Utente cancellato
Vorrei sapere se è molto pericoloso mischiare tante benzodiazepine, ieri ho fatto un cocktail di psicofarmaci, ho preso xanax, valium, tavor e minias insieme.
So benissimo che è una cosa sbagliata, ovviamente non l'ho fatto perché mi annoiavo e non avevo niente di meglio da fare. So che ho sbagliato e mi sento anche in colpa. Vorrei solo sapere se ho fatto una cosa molto pericolosa e se di fatto sono farmaci diversi oppure dato che la categoria del farmaco è la stessa se ne avessi preso uno solo di questi ma nella stessa quantità non sarebbe cambiato cambiato niente.
Non riesco a spiegare bene cosa voglio sapere... in pratica quello che vorrei capire è se questi farmaci presi tutti insieme fanno più danno che da soli.

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Sarebbe opportuno che si rivolgesse ad uno specialista psichiatra per valutare la sua situazione. Assumere i farmaci che ha descritto contemporaneamente è inutile ai fini terapeutici e dannoso. Si la sci aiutare da uno specialista. Può contattare il centro di salute mentale della sua zona di residenza.
Cordiali saltui
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
261495

dal 2012
Grazie per la risposta :)
Ma in realtà io non ho bisogno di chiedere aiuto, ho già chi mi aiuta e ho la mia terapia farmacologica, so che dovrei prendere solo i farmaci che dicono le dottoresse ma poi non sempre lo faccio.
So benissimo che quello che ho fatto è inutile e dannoso, anzi se devo dire la verità l'ho fatto solo perché mi piace l'effetto delle benzodiazepine, l'ho fatto sapendo di sbagliare, non ho mai pensato che fosse giusto.
Quello che volevo sapere è se mischiando insieme farmaci diversi ho fatto più danno di quanto ne avrei fatto se ne avessi usato uno solo. Volevo sapere se i farmaci che ho preso sono molto diversi fra loro e se messi insieme fanno più danno.

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
Lo scopo di questo servizio non è quello di fornire informazioni tese ad usare i farmaci in maniera scorretta e dannosa.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
261495

dal 2012
Infatti io chiedevo proprio per il motivo opposto, volevo provare a limitare i danni.
Comunque grazie lo stesso.

[#5]  
Dr. Stefano Martellotti

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Utilizzare le benzodiazepine in questo modo è molto dannoso, sia "in acuto", vale a dire nel momento dell'abuso, sia "in cronico" poiché una condotta di questo tipo crea piuttosto rapidamente assuefazione, dipendenza ed una graduale quanto impercettibile escalation di dosaggi e confusione dalle conseguenze non di rado drammatiche. Non lasci che questo accada anche a lei e cerchi di costruire un rapporto più autentico con i suoi curanti. Non usi questo spazio per parlare di qualcosa che si trattiene dal riferire ai suo specialisti per paura che essi riducano la disponibilità a prescrivere. Sfrutti a pieno le opportunità terapeutiche che ha la fortuna di avere a disposizione. Assumendo dosaggi non terapeutici o combinazioni di farmaci non previste, non sta ingannando il medico, ma si sta precludendo un percorso di cura e sviluppo; dunque, di fatto, prende in giro se stessa e si pone in una condizione altamente rischiosa.
Dr. Stefano Martellotti
www.stefanomartellotti.com

[#6] dopo  
261495

dal 2012
Ok, Grazie per i consigli (anche se sono molto difficili da mettere in pratica).

[#7] dopo  
261495

dal 2012
Scusate se disturbo ancora ma dovrei fare un'altra domanda.
Credo che la situazione stia degenerando. Le dottoresse sono in vacanza e non le posso chiamare e non so a chi chiedere aiuto.
Le benzodiazepine sono diventate un pensiero fisso, ne ho bisogno e quelle di prima non mi bastano più, ho sempre bisogno di aumentarle. Le prendo più volte in un giorno.
Ne ho troppo bisogno, mi fanno stare meglio, quando mi intontisco con i farmaci non c'è più dolore, non c'è più paura, non ci sono più gli attacchi di panico, è l'unico modo per stare bene. Non sono mai riuscita a trovare un modo per farmi bene senza farmi male.
Vi prego aiutatemi, ditemi cosa posso fare. Non so a chi chiedere aiuto. Ho paura.

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Nel centro di salute mentale della sua zona di residenza dovrebbe esserci uno specialista presente almeno tutti i giorni feriali. Può chiedere una valutazione urgente. Nel caso avesse bisogno negli orari di chiusura del centro di salute mentale, può chiedere una consulenza presso un ospedale dotato di pronto soccorso e reparto di psichiatria.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#9] dopo  
261495

dal 2012
Un centro di salute mentale lo posso trovare anche in un paesino piccolino? Adesso sono in vacanza a casa in un posto abbastanza piccolo e non credo che ci sia niente del genere.
In ospedale non ci posso andare perché mia nonna è infermiera e mio zio è medico e vorrei evitare di coinvorgerli, sicuramente lo verrebbero a sapere.
C'è qualcosa che posso fare io da sola per aiutarmi?

[#10]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per informarsimsulmcentro di salute mentale della zona di riferimento può chiedere alla guardia medica.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it