Utente 201XXX
Gentile Dottore
il mio bambino di 5 anni è stato ricoverato per una tachicardia documentata con frequenza di 250 (mentre giocava da seduto,dunque in assenza di sforzo),cessata spontaneamente dopo alcune ore senza terapia farmacologica.Questi episodi si sono ripresentati(con frequenza 180-200)sia a riposo che dopo uno sforzo fisico(anche in seguito ad una piccola corsa arriva a 180).Inoltre il bimbo ha spessissimo mal di pancia e necessità di urinare troppo frequentemente(anche ogni 2-3 minuti).
Io sono convinta che questi episodi di tachicardia sono presenti fin da quando era piccolissimo perchè quando beveva il latte sudava freddo e avvertivamo questo ritmo accelerato,ma il pediatra non lo ha mai riscontrato.
E' sempre stato un bambino pigro,che si affaticava facilmente,nonostante ciò gli esami della tiroide sono negativi.Tralaltro è un soggetto ALLERGICO in maniera abnorme,ASMATICO e nei mesi di maggio-giugno viene trattato con antistaminico e ribes nero. Potrebbero essere stati questi medicinali a provocare tachicardia?
Mi sorge,inoltre, il dubbio possa essere positivo all'helicobacter pilori in quanto io e mio marito lo siamo da anni.Potrebbe essere l'helicobacter la causa?
L'HOLTER ho evidenziato BREVI PERIODI DI RITMO DI SCAPPAMENTO GIUNZIONALE,SPORADICHE EXTRASISTOLI SOPRAVENTRICOLARI ISOLATE E RIPETITIVE(frequenti salve di 10-11 battiti a freq.MAX di 170b/m). E.O.C:Toni cardiaci normali.Polsi femorali presenti. ECG:Ritmo giunzionale FC 80 b/m. ECO BIDIMENSIONALE:Situs Solitus,levocardia Concordanza atrio-ventricolare e ventricolo-arteriosa Non evidenti alterazioni strutturaliintra ed extracardiache Cavità cardiache normali Regolare cinesi biventricolare Continenti le valvole atrioventricolari Liberi gli efflussi ventricolari.
Il cardiologo ha prescritto 1/4 di SELOKEN e holter tra un mese.
Secondo lei si tratta di tachicardia parossistica ed è necessario il trattamento farmacologico?(se non fosse realmente necessario preferiremmo non farlo).
MI PUO' CONSIGLIARE UN OTTIMO CENTRO PEDIATRICO PER LE ARITMIE?(anche in capo al mondo).
Potrebbe esserci qualche anomalia non evidenziata negli esami effettuati?
Mi consiglia altri approfondimenti?
Sarebbe consigliata una prova da sforzo?
Dimenticavo di dirle che il fratello di mio marito a 37 anni ha subito un'ablazione a causa di frequenti episodi di tachicardia sin da piccolo.
Potrebbe trattarsi dello stesso problema?
La ringrazio in anticipo
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la diagnosi definitiva del tipo di tachicardia di cui è affetto il suo piccolo, richiederebbe la registrazione del battito cardiaco al momento della crisi stessa, cosa che come capirà è di difficile esecuzione.
Al momento le indicherei di rivolgersi al policlinico di Bari per eventuali studi suppletivi.
Saluti