Utente 270XXX
Salve, vorrei avere maggiori informazioni sull'esito del mio holter :

ECTOPIA SOPRAVENTRICOLARE
SVE TOTALI: 0
RUN-SV TOTALI: 0
RUN- SV pi LUNGO: NESSUNO
SVE PER 1000/PER ORA: 0/1
TOTALE BATTITI ABERRANTI/RUNS: 367/0
FIBRILLAZIONE/FLUTTER ATRIALE 13/4%

ECTOPIA VENTRICOLARE
VE TOTALI 20456
COPPIE VE TOTALI 0
RUN VE TOTALI 0
RUN VE pi lungo NESSUNO
FREQ. MASSIMA IN RUN VE:NESSUNO
FREQ. MINIMA IN RUN VE NESSUNO
VE PER 1000/PER ORA 183/930
R SU T VENTRICOLARE NESSUNO

CONCLUSIONI

RITMO SINUSALE A FC MEDIA DI 93 BATT/MIN. LA FREQUENZA CARDIACA MINIMA E' STATA 45 ALLE 6.26. LA FREQUENZA CARDIACA MASSIMA E' STATA 97 ALLE 18:53.
ASSENZA DI PAUSE PATOLOGICHE
ASSENZA BESV
FREQUENTISSIME BEV SPESSO ATTEGGIATI A BIGEMINISMO DUE COPPIE
NON ALTERAZIONI SIGNIFICATIVE DEL TRATTO ST E DELL'ONDA T.
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I risultati di un Holter ECG vanno contestualizzati nell'ambito clinico del paziente che lo esegue. Questo significa che non posso esprimermi nella maniera dovuta non conoscendola e non conoscendo il motivo per il quale ha eseguito l'indagine. Quel che posso dirle è che presenta numerose extrasistoli ventricolari e questo, ovviamente, non è normale, ma l'importanza del problema aritmico dipende anche dalla sua sintomatologia e dalla struttura e funzione del suo cuore, che può essere desunta solo da un ecocardiogramma.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la celere risposta e mi scuso se non sono stata molto dettagliata sui miei pregressi controlli.
Premesso che soffre di aritmie da almeno 15 anni mai diagnosticate nonostante elettrocardiogrammi e ecocardiogrammi, almeno fino al 26 ottobre 2011 quando ho eseguito un altro ecocardiogramma color doppler con il seguente risultato: VENTRICOLO SINISTRO NORMALE PER DIAMETRI CAVITARI, SPESSORI PARIETALI E CINESI SEGMENTARIA: FUNZIONA CONTRATTILE GLOBALE CONSERVATA (FE 58%). ATRIO SINISTRO E CAVITA' DESTRE NELLA NORMA. VALVOLE ATRIOVENTRICOLARI E SEMILUNARI SENZA ALTERAZIONI MORFOLOGICHE DI RILIEVO. AL DOPPLER INSUFFICIENZA TRICUSPIDALICA E MITRALICA DI GRADO LIEVIE, MUNIMO RIGURGITO.RAPPORTO E/a<1. PAPS 26MMHG. NON SEGNI ECOGRAFICI DI VERSAMENTO PERICARDICO IN ATTO. ESAME INTERROTTO DA NUMEROSE EXTRASISTOLE.
Pertantp, mi viene consigliato un holter 24h. Nel frattempo a gennaio 2012 eseguo un altro ecocardiogramma nella norma e un elettrocardiogramma nella norma.
A marzo eseguo un holter 24 con le seguenti conclusioni: FC MEDIA 85 BPM. FC MINIMA 62. FC MASSIMA 113. PAUSE SUPERIORI A 2.5 :0. BATTITI VENTRICOLARI 38343 CON 0 RUN V E 148 COPPIE VE. EVENTI DI BIGEMINISMO VENTRICOLARE 2884, EVENTI DI TRIGEMINISMO VENTRICOLARI 135. ECTOPIA SOPRAVENTRICOLARE 0. TOTALE MINUTI EPISODI ST 0.
Mi viene consigliata una terapia con sotalex ma avendo espresso l'intenzione di avere un bambino (adesso sono alle 13 settimana di gravidanza) decido insieme al dott di non iniziare la terapia.
A luglio 2012 eseguo una PROVA DA SFORZO AL CICLOERGOMETRO con la seguente coclusione:
BASE
P.A 100/70
ELETTROCARDIOGRAMMA: RITMO SINUSALEA FC DI 90 BPM, CONDUZIONE AV REGOLARE. NON TURBE DELLA CONDUZIONE INTRAVENTRICOLARE NE' DELLA FASE DI RIPOLARIZZAZIONE. TURBA DEL BATMOTROPISMO ATTEGGIATA A TRIGEMINISMO.
STOP: 1 MIN PA 190/80: FC 160 CARICO 100 WATT.
COMMENTO: TEST MASSIMALE ESEGUITO CON METODO SCALARE AL CICLOERGOMETRO. COSTANTE TURBA DEL BATMOTROPISMO VENTRICOLARE ATTEGGIATA A TRIGEMINISMO CHE SI RIDUCE NEL RECUPERO. NON TURBE DEL DROMOTROPISMO. NON ALTERAZIONI DEL TRATTO ST E DELL'ONDA T- NON ANGO.
CONCLUSIONI: IL TEST MASSIMALE NON HA EVIDENZIATO SEGNI DI SOFFERENZA MIOCARDICA ISCHEMICA IN ATTO. FREQUENTI BEV.
SI CONSIGLIA ECOGRAFIA TIROIDEA.
Ho eseguito l'ecografia tiroidea con seguente referto:
NOTMALE PER VOLUME E MORFOLOGIA
DIMENSIONI: LOBO DESTRO 1. MM 46, S MM. 17 L. MM 16
LOBO SINISTRO: A MM 43, S MM 17 L MM 16.
IL PARENCHIMA E' MODERATAMENTE DISOMOGENEO CON AREE IPO-ECOGENE DIFFUSE, COME DA TIROIDE CRONICA AUTOIMMUNE. CONTORNI REGOLARI.
Ho eseguito anche gli esami ormonali della tiroide che risultano tutti nella norma ad eccezione di un ormone antiroideo un piu' alto della norma.
A questo punto le chiedo solo maggiori chiarimenti sulla mia situazione perche' finora non sono riuscita a capire se il mio stato e' preoccupante oppure no e se con questo quadro generale posso affrontare un parto naturale senza arrecare danni al mio cuore o al feto.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ECO che lei descrive è compatibile con una normale funzione e struttura del suo cuore. Quindi le extrasistoli che presenta, pur essendo ventricolari, non sono secondarie a problemi cardiaci importanti. Il numero delle extrasistoli, però, non và sottovalutato e lei ne ha tante, perchè con il passr del tempo possono creare alterazioni della funzione del cuore. La tiroide non ha alcuna relazione con il suo problema. In gravidanza vanno evitati ifarmaci antiaritmici che possono essere pericolosi per il prodotto del concepimento. Solo dopo il parto e dopo l'eventuale allattamento, in caso di persistenza del problema, sopratutto se lei avverte le extrasistoli, le consiglio di rivolgersi ad un bravo aritmologo, perchè è possibile guarire da queste forme aritmiche eseguendo un piccolo intervento senza tagli e senza grandi pericoli, ossia l'ablazione transcatetere con RF (che però và fatta in centri qualificati e ce ne sono di validi, non solo nel nord Italia, ma anche qui al Sud).
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dott. Rillo, dopo la gravidanza e l'allattamento credo che scegliero' di fare l'intervento piuttosto che prendere un betabloccante a vita. Onestamente sarei curiosa di sapere da cosa sono causate queste aritmie, un cardiologo mi disse che potevano essere di natura ansiosa ma onestamente mi sembrano veramente tante. Prima della gravidanza assumevo regolarmente biancospino e valeriana ma adesso ho sospeso tutto in attesa di capire se posso continuare ad assumerli durante la gravidanza.
Ultima domanda e poi non la disturbero' piu :), posso partorire naturalmente oppure e' meglio un parto cesareo? Io onestamente preferirei il parto cesareo per evitare di sentire dolore (la mia soglia di tolleranza e' veramente bassa). Io partoriro' a Dublino al The Coombe Hospital e qui il cesareo viene praticato solo in casi estremi.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Personalmente sono a favore del parto naturale, per una serie di motivazioni che non sto a spiegarle...ma di questo dovrebbe comunque parlarne con il suo ginecologo...In bocca al lupo per tutto e sempre disponibile per ulteriori consulenze.
[#6] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Salve dott Rillo, la mia gravidanza sta proseguendo bene sono alla 30 settimana anche se sto prendendo una pillola per la tiroide e del ferro.
Volevo chiederle se le mie aritmie potrebbero dipendere dalla tiroide perche' da quando assumo Levothyroxine Sodium 50 mg le mie extrasistole si sono ridotte notevolmente e in alcuni momenti o giorni scompaiono totalmente. Di solito ogni 3 battiti io sentivo un'extrasistole adesso riesco a sentire per minuti il battito regolare senza nessuna extrasistole. Sara' un caso oppure ci potrebbe essere un legame?
Assumo la pillola dal 12 dicembre e gia' dopo circa 3 settimane ho notato questa differenza.
Lei cosa ne pensa?
Prima di partorire vorrei fare un holter 24 per avere conferma della mia sensazione anche perche' dopo il parto l'endocrinologo mi ha detto che devo sospendere l'assunzione della pillola e poi effettuare un controllo della tiroide dopo circa 6 settimane.
La ringrazio anticipatamente per ogni suo contributo
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ipertiroidismo (e non l'ipotiroidismo) può facilitare (ma non esserne la causa diretta) le extrasistoli sopraventricolari (anche se più frequentemente può essere responsabile di tachicardia sinusale o anche di fibrillazione atriale), ma se ricordo bene le sue extrasistoli sono ventricolari e su queste non agisce nemmeno come fattore facilitante.
Saluti cordiali
[#8] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Le confermo che le mie extrasistole sono ventricolari. Quindi non c'e' nessuna correlazione.Ma scientificamente come si puo' spiegare questa riduzione notevole delle mie aritmie? Magari il cardiologo aveva ragione nel sostenere che le extrasistole potessero dipendere da un fenomeno stressante? Ma cosi tante pero'..
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'extrasistolia si comporta proprio in questo modo... possono esserci periodi anche relativamente lunghi di importante riduzione dei fenomeni o anche di assenza di extrasistoli alternati a periodi di ripresa...e questo anche in assenza di influenze farmacologiche.
Saluti