Utente 178XXX
Buon giorno!!
in poche parole: eterosessuale, 30 anni, uomo; nel anno 2009 vengo a contatto e infettato dal virus HPV, si manifesta circa sei mesi dopo con un solo condiloma sul meato, bruciato per 3\4 volte sempre in modo approssimativo da un urologo in ospedale (privatamente), con diatermocuzione; un anno dopo fatto analizzare ed eliminato definitivamente con laser da un dottore chirurgo in un centro privato. Successivamente si sono sviluppati altri condilomi sotto il glande, nel fusto, non tanti ma quasi sempre recidivi.
Oggi, al 17/10/2012 sono passati tre anni e mezzo, bruciati il primo ottobre, per circa la decima volta con tecnica laser e nuovamente fatto esame istologico con esito positivo.
In questo periodo eseguita anche due volte uretroscopia, risultata apparentemente negativa; ma l'ultima volta osservata dal dottore uretrite cronica; ma non so se posso fidarmi, non vorrei che condilomi interni siano stati scambiati per questa uretrite; quindi il fatto di averli internamente non mi permettano di guarire.
Potrebbe essere??
Sottolineo che ho consultato anche un dermatologo, come tutti mi dice di avere pazienza, che si guarisce, ma siamo a quasi quattro anni... nei quali ho sempre eseguito analisi del sangue complete, e sempre risultate perfette; inoltre è più di un anno che evito qualsiasi tipo di rapporto sessuale; non frequesto ambienti a rischio, non bevo e non fumo.
Una domanda: si guarisce? So che è come l'herpes, che rimane nel corpo, ecc. ma si guarisce????
Vorrei sapere se e quali immunostimolanti potrebbero aiutarmi.
Chiedo consigli. Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LA risposta molto semplice è questa:

dalla condilomatosi gentiale (malattia clinica dell'HPV) si guarisce in tempi rapidi o meno rapidi ma sempre: le terapie migliori sono quelle ablative dirette (laserterapia /DTC) seguite da terapie immunosoppresive locali e immunostimolanti sistemiche


4 anni sono un tempo molto lungo e insolito ma a mio avviso non conoscendo la situazione specifica non posso aggiungere nulla di più utile.

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Anzitutto La ringrazio Dottore per la risposta immediata.

Volevo solo dirle che di tutti i medici da cui sono stato, nessuno mi ha parlato di terapie immunosoppresive locali e immunostimolanti sistemiche; potrei avere dei nomi di farmaci da poter esporre al mio dermatologo?
Lei quale tipologia di medico consiglia per questo tipo di cura, virologo, dermatologo o altro??
Qui in Friuli vedo rattristato che c'è molta ignoranza in materia, e la malattia viene molto sottovalutata.
Non so più a chi rivolgermi...

Grazie ancora, cordiali saluti.