Utente 273XXX
Gentile Specialista,

2 giorni fa (notte tra il 18 e 19 ottobre), rientrando a casa mi è scattata non so quale molla e mi sono fermato (per la prima e decisamente ultima volta in vita mia) con una prostituta (bianca, a suo dire macedone). Il rapporto, peraltro breve, è stato protetto dall'inizio avendo come prima cosa fattomi indossare il preservativo; ad una prima fase di fellatio (protetta con preservativo) e' seguita una penetrazione vaginale (sempre con preservativo) e eiaculazione. all'estrazione del pene, il preservativo era sempre correttamente inserito e integro, il liquido seminale non era fuoriuscito e non ho notato macchie di sangue o altro liquido. non ho toccato con le mani bocca o parti intime (vagina/ano) della ragazza.ho infine rimosso il preservativo usando un fazzoletto di carta e arrivato a casa ho eseguito un abbondante lavaggio con sapone intimo.

dato che per educazione e indole considero quanto successo condannabile e deprecabile e assolutamente da non ripetere; mi trovo in un leggero stato d'ansia per paura di avere contratto qualche malattia sessualmente trasmissibile (HIV su tutte ovviamente).
al momento non presento sintomi di nessun tipo se non appunto un po' d'ansia che mi fa dormire male la notte.

Ritiene esistano rischi di possibili infezioni?
Consiglia profilassi e/o test specifici ?

test completi del sangue eseguiti circa 2mesi fa per routine hanno dato esito negativo a S-HBSAG, S-ANTI HCV, A-Anti T.Pallidum,P-HCV/HIV1 RNA HBV DNA, S-ANTI HIV1/2.

La ringrazio in anticipo per l'attenzione e rimango in attesa di una sua cortese risposta
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo,

Stante che i test sierologici stante le tempistiche, non hanno alcun valore, direi che l'ipotesi HIV non appare plausibile per la metodica descritta. Le altre MST trasmissibili per contatto (sifilide, condilomatosi, herpes genitalis, molluschi contagiosi, ulcera venerea molle in primis) sono possibili ma non derapate inabili in senso probabilistico

Utilissimo un colloquio e visita con lo specialista delle MST (venereologo).

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dott. Laino,

La ringrazio della risposta che devo dire mi solleva. provvedero' a fissare una visita con un specialista MST locale.

ritiene utile/necessario prevedere dei test specifici ?

nel frattempo da ieri ho un leggero stato febbrile e feci leggermente molli, è da considerarsi scollegato con l'episodio e magari legato a fattori ansiogeni/sensi di colpa?

Sempre in attesa di un gentile riscontro, invio

Cordiali Saluti