Utente 216XXX
Buongiorno,
ho quasi 31 anni e da circa 1 anno e mezzo sto facendo accertamenti per episodi di dolore addominale con diarrea senza sangue, gonfiore addominale, nausea (non vomito), inappetenza e difficoltà digestive, che comunque mi accompagnano da diversi anni.
Aggiungo che sono stata ricoverata in ospedale all'età di 5 anni per enterocolite da Campylobacter J.
Il gastroenterologo mi ha prescritto i seguenti esami: ricerca sangue occulto nelle feci su 3 campioni (negativo), coprocoltura con ricerca uova e parassiti (negativo), calprotectina fecale (eseguita per 3 volte: negativo). Eseguito test intolleranza al lattosio (positivo) e test al glucosio (negativo).
Eseguito ecoaddome per anse intestinali (negativo). Eseguiti esami ematici che hanno escluso celiachia, effettuata anche determinazione HLA DQ2 e DQ8 per predisposizione celiachia (non c'è predisposizione).
Esiste un quadro flogistico per VES 30 mm (ripetuta ogni 4-5 mesi, valori sempre tra 20 e 35) e PCR 1.31 mg/dl (anche questa ripetuta con valori sempre simili).
Il gastroenterologo mi ha quindi consigliato di fare visita internistica (flogosi attribuita a tiroidite di Hashimoto, già in cura dal 2009 con Eutirox 100 mg), mentre a seguito di visita endrocrinologica mi viene detto il contrario, quindi che i problemi di tiroide non possono dare questi valori di flogosi cronica.
In agosto eseguita gastroscopia con biopsie duodenali: tutto nella norma tranne all'antro dello stomaco dove la mucosa appare marezzata. Esito esame istologico: "modesta infiltrazione flogistica linfocitaria della lamina propria. Gastrite cronica antrale a lieve intensità. Ricerca Helicobacter Pylori negativa."
Sto seguendo una dieta specifica consigliata dal medico e assunzione a cicli di fermenti lattici probiotici. Assumo Levopraid al bisogno prima dei pasti principali, quando la nausea è particolarmente fastidiosa.
A seguito dell'ultima visita dal gastroenterologo mi è stata consigliata una colonscopia per i problemi intestinali e una visita reumatologica per i valori di VES e PCR.
Il mio medico curante mi ha invece sconsigliato per il momento questo esame invasivo, visti gli esiti negativi di tutti gli esami precedentemente svolti, ed anche la visita reumatologica in quanto 1 anno fa erano già stati valutati tramite esami del sangue alcuni indici tra cui il fattore reumatoide, tutto nella norma.
Alla fine mi è stato detto che tutto può essere riconducibile all'episodio avuto in età pediatrica e al colon irritabile, non curabile nello specifico.
Aggiungo che assumo compresse di ferro mensilmente per anemia dalla nascita (e ciclo abbondante) e, fino al mese scorso, la pillola anticoncezionale da diversi anni. Ho avuto anche per diverso tempo in passato le piastrine alte (oltre 450 migliaia/mmc), ho fatto diversi accertamenti in ematologia ma nessuna risposta definitiva in merito.
A questo punto vorrei avere un parere in più, sperando di essere stata abbastanza chiara…
Grazie, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Lei dice
<<dolore addominale con diarrea senza sangue, gonfiore addominale, nausea>>
e visto il suo racconto e le indagini effettuate dovremmo propendere per una Colopatia Funzionale (Colon Irritabile) oltre alla documentata intolleranza al lattosio (di quale entità?).

La VES rappresenta un indice aspecifico di flogosi (malattie reumatiche, infezioni croniche e svariati altri quadri clinici come ad es. stati anemici, etc.).

Come avrà potuto verificare, le cause di una VES elevata sono molto numerose e questo rende arduo definire, on-line, le possibili cause;
inoltre non è detto che se ne venga a capo, pur dopo un percorso molto difficile (oltre che costoso).

Ovviamente è una ricerca da condurre sotto la guida del suo curante.

Cordiali Saluti