Utente 277XXX
Gentili dottori,

2 giorni fa ho avuto disgraziatamente un rapporto vaginale non protetto con una donna appena conosciuta di cui non conosco ovviamente le abitudini sessuali. Sono un pò preoccupato riguardo l'eventuale trasmissioni di malattie veneree... per ora so che è troppo presto per fare i test per diagnosi di sifilide,HBV,HPV, Hiv.

Tuttavia almeno al momento mi preme non assentarmi nelle prossime settimane dal posto di lavoro per impegni urgenti .. quindi vorrei sapere da voi in caso di trasmissione delle malattie più comuni a incubazione di pochi giorni ( parlo di Herpes genitale, Candida, Gonorrea, Piattole) ci sono controindicazioni per la eventuale cura di queste ultime malattie non rimanendo a casa e quindi continuando la regolare routine lavorativa? Per intenderci posso essere infettivo con strette di mano per gli altri o in ogni caso costituire un pericolo per me e la mia salute non restando a casa?
Grazie dell'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

"disgraziatamente" no, perchè spesso le disgrazie si possono evitare se si usa prudenza; ma sono sicuro che dopo questo episodio non trascurerà di adottare il profilattico in ogni occasione

le MTS si trasmettono per rapporto sessuale; non con le strette di mano o con i normali rapporti sociali; perciò, nessuna controindicazione a continuare a lavorare, a meno che non subentrino segni clinici come febbre o altro.

Essendosi trattato di un rapporto s rischio, fa bene a sottoporsi ai tests, consultandosi con il suo medico curante.

Buona giornata.
[#2] dopo  
277692

dal 2012
Farò al più presto visita venereologica, ma per altro come segni clinici possibili cosa si intende dottore?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
febbre o altro (bruciori urinari, secrezione densa biancastra dal pene, nodulo sul glande, eccetera)