Utente 278XXX
Salve, ho bisogno di un vostro parere. sono parecchi anni che combatto contro il peso per la precisione da quando ho cominciato ad avere il ciclo perchè prima ero molto ma molto magra. qualche anno fa ho fatto le analisi della tiroide e risultò che avevo la tiroidite di hashimoto e un leggero ipotiroidismo, cominciai a prendere l'eutirox ma non vedendo miglioramenti, andai da un endocrinologo e quando gli chiesi per quale motivo ingrassavo mi rispose che sicuramente mangiavo molto perchè l'ipotiroidismo non può far ingrassare una persona di 10 kg, mi fece fare solo il dosaggio del cortisolo che risultò normale. Visto che con la medicina tradizionale non riuscivo a risolvere cominciai ad usare l'omeopatia, grazie ad essa non uso più l'eutirox e gli ormoni tiroidei sono nella norma ma dopo un anno non ho perso peso e ultimamente ogni volta che mi peso noto dei chili in più, quindi ora mi sto disperando ancora di più perchè non voglio diventare obesa e non riesco a trovare una soluzione. premetto che cammino molto tutti i giorni solo in queste 2 settimane ho camminato per 2 ore al giorno, non cammino tutti i giorni 2 ore ma quei 3 o 4 km li faccio comunque tutti i giorni, a livello di alimentazione mangio poco, ho calcolato le calorie che assumo al giorno e non supero le 700 calorie, so anche che mangiando poco si può avere un rallentamento del metabolismo ma quando mangio un po' di più ingrasso comunque. l'unica cosa che sbaglio è che non bevo proprio posso stare anche 2 giorni senza bere ma purtroppo non ho sete e comunque non credo che posso avere 10 kg di ritenzione idrica. ho pensato che forse ho uno squilibrio ormonale visto che comunque ho altri problemi di salute come tachicardia, vampate di calore, irsutismo, stanchezza e insonnia però non so cosa potrei controllare. Voi cosa mi consigliate di fare? vi ringrazio, distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

da quanto riferisce ed attraverso un consulto telematico è davvero difficile fare una diagnosi, ma soltanto ipotesi.

I punti sui quali mi soffermerei sono quelli descritti: "tachicardia, vampate di calore, irsutismo, stanchezza e insonnia", oltre ad un peso corporeo che non accenna a diminuire nonostante una regolare attività motoria ed un'alimentazione ipoenergetica.

In prima battuta, bisognerebbe ricontrollare l'assetto ormonale tiroideo ed effettuare una valutazione specialistica ginecologica (ecografia pelvica), che possa escludere una PCOS (sindrome dell'ovaio policistico e, quindi, insulino-resistenza).

Successivamente è consigliabile affidarsi ad un Dietologo per la valutazione della composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua corporea totale) e la determinazione del metabolismo basale.

Se vuole, mi aggiorni pure.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
278002

dal 2014
Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta, per la tiroide ho fatto le analisi 15 giorni fa ed era normale, per quanto riguarda l'ovaio policistico ho tutti i sintomi che si leggono su internet tranne uno ovvero il ciclo irregolare, quindi le chiedo è possibile avere questa malattia anche avendo il ciclo regolare? la ringrazio davvero tanto è stato molto gentile, cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

la possibilità esiste ed è per questo che bisogna escluderla.

Cordialità.
[#4] dopo  
278002

dal 2014
la ringrazio, è stato molto gentile, le volevo fare un'ultima domanda, al posto dell'ecografia non posso fare le analisi del sangue? è che mi spaventa il fatto di dover bere un litro d'acqua per fare l'ecografia. la ringrazio ancora, cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla!

Attraverso gli esami del sangue non può esser fatta diagnosi certa di PCOS; è necessario l'esame ecografico.

Potrebbe, invece, effettuare un controllo glicemico ed insulinemico basale tramite prelievo venoso e a digiuno per la valutazione dell'indice HOMA, utile ad escludere un'eventuale insulino-resistenza.

Cordialmente.
[#6] dopo  
278002

dal 2014
va bene vedrò di fare queste analisi e l'ecografia, la ringrazio le farò sapere i risultati. cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Resto in attesa.

Saluti cordiali a Lei.
[#8] dopo  
278002

dal 2014
Gentile dottore approfitto della sua gentilezza per chiederle una cosa, mentre aspetto le analisi del sangue ho preso le analisi di qualche anno fa avevo la glicemia a 87mg/dl e l'insulina a 14,5 mUI/ml, ho visto su internet come calcolare l'indice HOMA e se quello che ho trovato è giusto a me risultava di 3,1 mentre sul sito dice che un valore maggiore di 2,5 può predire il diabete di tipo 2 che inoltre ha anche mia nonna. so che devo fare le nuove analisi per capire se ho qualche cosa ma mentre aspetto può darmi un parere su questo risultato? la ringrazio molto, cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

il valore ottenuto con gli esami di qualche anno fa conferma un' insulino-resistenza in atto in quel periodo...ma non significa che sia rimasto invariato, sia ridotto o aumentato.

In questo modo faremmo soltanto ipotesi senza venire a capo di nulla.

Le riconfermo quanto già consigliato nel mio precedente post (#5).

Cordiali saluti.
[#10] dopo  
278002

dal 2014
la ringrazio allora le farò sapere. cordiali saluti.
[#11] dopo  
278002

dal 2014
gentile dottore ho fatto le analisi del sangue e ho bisogno di un vostro parere. l'ecografia ancora non la faccio perchè il medico di famiglia mi ha detto di fare prima le analisi del sangue e poi l'ecografia pelvica. per quanto riguarda le analisi ho la glicemia a 83mg/dl l'insulinemia 23,1 mUI/ml, ho calcolato l'indice homa e risulta 4,73 quindi insulino resistenza! l'emoglobina 12,6 e ho l'ematocrito un po' basso a 37,5 e il minimo è 38 quindi forse ho anche un po' di anemia, ho il cortisolo alto 28,27 e il massimo è 24. poi ho l' estradiolo a 71,1 e il progesterone 0.67 non so se sono nella norma perchè quando ho fatto il prelievo erano passati 12 giorni dall'inizio del ciclo e non so se il giorno che ho fatto l'analisi avevo dolore alle ovaie però il giorno dopo le analisi sentivo dolore quindi ho avuto l'ovulazione. quindi se faccio riferimento alla fase ovulatoria questi due ormoni sono bassi se invece devo guardare la fase follicolare sono nella norma però considerando il fatto che il giorno dopo avvertivo forte dolore alle ovaie io penso che ero nella fase ovulatoria. lei che ne pensa di queste analisi? che devo fare per l'insulino resistenza? la ringrazio per la sua disponibilità cordiali saluti.
[#12] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

dagli ultimi esami è confermata un'insulino-resistenza progressiva (l'indice HOMA risulta essere molto alto) con un lieve squilibrio ormonale in atto.

Confermo quanto già ripetuto in precedenza:

1) valutazione specialistica Ginecologica con ecografia pelvica;

2) valutazione Dietologica e regime dietetico ipocalorico-ipoglucidico.


Completi i Suoi accertamenti diagnostici e mi aggiorni pure.

Cordiali saluti.
[#13] dopo  
278002

dal 2014
Gentile Dottore ho finalmente fatto l'ecografia pelvica come mi aveva suggerito, l'ho fatta al 7imo giorno dall'inizio del ciclo e il medico mi ha detto che per sicurezza ne devo fare un'altra anche al 14esimo giorno ma che quasi sicuramente ho l'ovaio policistico però sono un pò in dubbio perchè sull'ecografia ha scritto: entrambe le ovaie appaiono di forma regolare ad ecostruttura disomogenea per evidenza di areole ipoecogene diffuse da riferire a follicoli ovarici, quindi non parla di cisti ma di follicoli, i follicoli non sono normalmente presenti?. la ringrazio cordiali saluti.
[#14] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Meglio tardi che mai.... (^____^)

Scherzi a parte, a ragione quando si riferisce ai "follicoli".

Per questo è opportuno effettuare l'esame ecografico al 14° giorno (fase ovulatoria) per una corretta diagnosi differenziale.

A presto!!


Buona serata.
[#15] dopo  
278002

dal 2014
eh lo so c'ho messo un po' :D ma il medico di famiglia non voleva farmela fare, alla fine sono andata privatamente. Quindi non ho capito perchè il medico mi ha detto che quasi sicuramente ho l'ovaio policistico, prima mi ha fatto vedere delle formazioni ovali più scure e ha detto che visto che erano più scure dovevano essere cisti e poi li ha chiamati follicoli, quindi non ho capito sono cisti o follicoli? la ringrazio molto, cordiali saluti.
[#16] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

intanto mi scuso per l' omissione dell' "h" nel precedente post (errore di battitura!), che rettifico immediatamente: <<...ha ragione...>>.

La differenza tra cisti e follicoli è enorme!!

Evidentemente, l' esame ecografico non ha chiarito la vera natura delle aree ipoecogene rimandando la diagnosi certa al nuovo esame che dovrà essere effettuato al 14° giorno del ciclo.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
278002

dal 2014
la ringrazio molto per il chiarimento, se posso le volevo chiedere un' ultima cosa, giusto per capire, ho notato che 2 di queste formazioni sono di 6 e 8 cm, mentre nelle prime fasi di maturazione dei follicoli ho letto che le dimensioni dovrebbero essere comprese tra 3-5 cm, è possibile che è stata la dimensione a far pensare a delle cisti? mi scuso molto per il disturbo, la ringrazio cordiali saluti.
[#18] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla!

Certamente le dimensioni di un reperto ecografico hanno un grosso significato diagnostico.


Saluti.
[#19] dopo  
278002

dal 2014
la ringrazio, cordiali saluti.
[#20] dopo  
278002

dal 2014
Gentile Dottore ho fatto la seconda ecografia, anche se sul referto che mi ha lasciato il medico questa volta io non noto nessuna ciste come l'altra ecografia, lui mi ha detto che ho le cisti a entrambe le ovaie, infatti mi ha scritto: a carico di entrambe le ovaie sono presenti neoformazioni ipoecogene da riferire a microcisti, mi ha detto che dovrò prendere la pillola e non mi ha fatto fare analisi. Le volevo chiedere ora cosa dovrò fare? la pillola mi farà riassorbire le cisti? dovrò prenderla per sempre? riuscirò a perdere peso? oppure la pillola mi farà mettere peso come molti dicono? ed è vero che non devo fare analisi del sangue? la ringrazio tantissimo per i suoi consigli, cordiali saluti.
[#21] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

questo referto ecografico sembra confermare definitivamente una PCOS.

A questo punto il passaggio successivo è recarsi dal Ginecologo di fiducia per effetuare alcuni esami del sangue (in particolare Emocrom, PT, PTT e Fibrinogeno) e farsi prescrivere la terapia.

Otterrà certamente ottimi riultati nel giro di alcuni mesi senza problema alcuno.

Mi aggiorni quando inizierà la terapia ormonale...cercherò di darLe qualche "dritta" in generale.


Buona giornata.
[#22] dopo  
278002

dal 2014
Gentile Dottore la ringrazio molto per la sua disponibilità, la terrò informato, cordiali saluti.
[#23] dopo  
278002

dal 2014
Gentile Dottore mi scuso molto se la disturbo le volevo chiedere un parere perchè mi hanno confuso un po' le idee, il medico che mi ha fatto l'ecografia si occupa di molte cose per cui per l'ovaio policistico mi aveva prescritto lui la pillola dopodiché visto che soffro di tachicardia e non so da cosa deriva sono andata dal cardiologo e parlando dei farmaci che dovrò prendere ho parlato anche della pillola il quale mi ha detto che la pillola può essere pericolosa per cui dovevo andare prima da un ginecologo prima di decidere se assumerla, allora sono andata dalla mia ginecologa la quale mi ha detto che la pillola sarebbe meglio non assumerla, di fare una serie di analisi del sangue tra cui diversi tipi di ormoni fsh, lh, estradiolo, progesterone, emoglobina glicata ecc, poi ha voluto vedere la curva da carico di glucosio, io le avevo detto che era uscita nella norma ma poi quando l'ha vista mi ha detto che si nota un insulino-resistenza e io non mi trovo nel senso che su 5 medici tutti mi hanno detto che è nella norma solo lei mi ha detto che non è normale, i risultati sono:
glicemia basale: 88 mg/dl insulina basale: 5,3 mlU\ml
glicemia dopo 60': 147 insulina II prelievo: 46,7
glicemia dopo 120': 105 insulina III prelievo:36,5
per avere l'insulino-resistenza non dovrei avere l'insulina alta?
inoltre mi ha detto che sono gli squilibri ormonali a farmi venire queste cisti alle ovaie mentre tutti mi avevano detto il contrario, inoltre sapevo anche che l'insulino-resistenza è provocata dall'ovaio policistico mentre lei sostiene che è l'insulino-resistenza insieme ad altri fattori a farmi venire le cisti alle ovaie. infine mi ha detto di tornare da un altro endocrinologo e trovare la causa dello squilibrio ormonale e non prendere la pillola perchè se c'è lo squilibrio ormonale la pillola non mi cura nulla, io ora non so che fare è da novembre che faccio visite pensavo finalmente di aver trovato la causa di tutto ovvero queste cisti alle ovaie e ora non so cosa fare, l'altro medico mi aveva detto di prendere la pillola così si riassorbivano le cisti nel giro di 3 mesi, ora però non so più se devo prenderla. Lei che parere ha? la curva le sembra normale o no? la ringrazio molto, mi scuso per il disturbo. cordiali saluti.
[#24] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Davvero un bel pasticcio!!!!

Gent. utente,

con riferimento ai dati delle due curve, per precisione nei Suoi confronti, riporto i valori normali della curva insulinemica:

basale 5 - 25 micr.UI/ml
dopo 30 min. 41 - 125 micr.UI/ml
dopo 60 min. 20 - 120 micr.UI/ml
dopo 90 min. 20 - 90 micr.UI/ml
dopo 120 min. 18 - 56 micr.UI/ml

Come può verificare, i Suoi valori insulinemici rientrano perfettamente nei range di normalità...così come risultano nella norma i valori glicemici e nella norma l'indice HOMA (1,15) ottenuto dalla glicemica ed insulinemia basale.

Tutto questo, al momento, depone per l'esclusione di un'insulinoresistenza!

Personalmente, in assenza di controindicazioni, sono favorevole all'assunzione della pillola...senza dilungarsi ulteriormente e inutilmente.


Cordiali saluti.
[#25] dopo  
278002

dal 2014
va bene, chiedo al mio medico di famiglia se vuole prescrivermela lo stesso, la ringrazio molto cordiali saluti.
[#26] dopo  
278002

dal 2014
Gentile Dottore torno a scrivere perchè non so che devo fare, nemmeno il medico di famiglia mi ha voluto prescrivere la pillola mentre l'endocrinologa mi aveva detto di cominciare a prenderla, la ginecologa invece mi ha fatto fare prima i dosaggi ormonali al 3 gg di ciclo:
prolattina 39,4 (4,79-23,30)
17 beta estradiolo <5 (12,5-166,0)
lh 8,80 ( fino a 12,6)
fsh 7,25 (fino a 12,5)
progesterone 0,79 (0,2-1,5)
ho notato che ho la prolattina un pò alta e l'estradiolo bassissimo è normale avere l'estradiolo così basso? l'assunzione della pillola non mi abbasserebbe l'estradiolo ulteriormente? mi scuso tanto per il disturbo, cordiali saluti e grazie!