Utente 279XXX
Buonasera,cerco una risposta al mio dubbio sui farmaci omeopatici.
Sono allergica alle graminacee e alla parietaria,anni fà mi sono curata con dei vaccini e la situazione è andata migliorando.Da circa un mese ho deciso di prendere dei farmaci omeopatici per rafforzare il sistema immunitario. Ad esempio il THYMULINE e il SIERO DI YERSIN mi hanno detto che sono e farmaci omeopatici ottimi per le influenze stagionali,i raffreddori e anche per alcune allergie.
Da 2 settimane a questa parte ho accusato malessere alle vie respiratorie in particolare al naso. Starnuti,senso di gonfiore e dolore interno e gonfiore alle ghiandole sotto la mandibola. Ho pensato che forse questi farmaci abbiano causato questi sintomi.Mi hanno assicurato che con l'allergia non contrastano perchè non sono a base di erbe. Non sò quali sono i principi e le sostanze dei farmaci appena elencati,ma desideravo sapere se questi farmaci per il sistema immunitario contrastano con la mia allergia e se i sintomi appena menzionati siano una conseguenza di questi farmaci o un malessere generale. Grazie in anticipo,aspetto risposta.Porgo i miei cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
per poterLe rispondere bisognerebbe conoscere tali preparati e le molecole in essi contenute (e io non so dirLe). In linea teorica generale, se contengono principio attivo dosabile possono essere in grado di indurre effetti secondari immunomediati anche compatibili con quanto Lei riferisce. Ma in ogni caso è necessario tener presente le eventualità più probabili, ad esempio un'infezione delle alte vie respiratorie.
Ne parli con il Suo medico curante.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
grazie la sua attenzione.
le invio i principi dei due farmaci

Siero de Yersin:

Siero di Yersin
Il bioterapico Siero di Yersin viene preparato dal siero antipeste descritto nel Codice 1949, p. 741, proveniente dall’Istituto
Pasteur. Il siero proviene da animali immunizzati mediante culture del ba-cillo della peste. Il Bacillo di Yersin secerne una
esotossina di natura proteica, con la quale si può ottenere un’anatossina mediante addizione del 4% di formolo. Fu Barishac a
proporre tale rimedio per la cura delle forme gravi e atipiche dell’influenza. Patogenesi e diagnosi clinica: influenza gra-ve
con interessamento polmonare, ipertermia, dispnea con espettorazione densa. Enterite acuta nei bambini piccoli. Influenza con
interessamento gastrointestinale. Sindrome meningea d’origine in-fluenzale. Enterocoliti acute. Gastroenteriti estive. Pseudotifo,
meningite dei lattanti. Encefalite letargica.

Thymuline :
Ormone secreto dalla ghiandola Timo. Produce un’azione di stimolo sulla risposta immunitaria,

con azione diretta sui Linfociti T.

Il suo uso è consigliato (in diluizione 7CH – 9CH) nel periodo autunno-invernale,

per 5 – 6 mesi consecutivi, per ridurre in modo significativo il numero e la durata degli episodi infettivi.



Particolarmente utile per:

- immunomodulatore nelle rino-faringiti a ripetizione;

- patologie urinarie (cistiti) ripetute;

- patologie infettive recidivanti dovute ad una scarsa difesa immunitaria;

- infezioni virali (herpes, mononucleosi infettiva, ecc.);

- utile anche per attenuare importanti allergie: pollinosi, asma allergico)


Dottore ecco ciò che contengono questi farmaci.Scusi ancora l'insistenza pensa che possano aver causato un contrasto con la mia allergia alle graminacee? A quanto si legge non ci sono contenuti di erbe.
La saluto nuovamente e la ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
quando mi riferivo al contenuto dei preparati, facevo riferimento non solo al tipo di principio attivo ma anche alla sua effettiva presenza fisica all'interno della preparazione. Uno degli elementi distintivi dell'omeopatia è l'estrema diluizione delle formulazioni per cui un preparato può anche NON contenere il principio attivo iniziale.
Pertanto, la mia risposta non può che essere identica alla precedente.
Saluti,