Utente 404XXX
Ho cinque impianti, tre dall'anno 2000 e due dal 2002. Ora tre di questi impianti il mio dentista attuale dice che andrebbero tolti perchè l'osso non c'è più. Sono andata dal medico che me li aveva messi e la sua opinione non è drammatica, dice che quando comincerò a sentir male masticando si provvederà facendo un mini rialzo di seno paranasale (MRS PHI). Il dentista attuale dice che non è possibile e non si può sapere quale sarebbe il risultato, ha detto che devo fare una Ortopantomografia Digitale, portarla da uno specialista maxillo facciale per sapere cosa si potrà fare, intanto mi ha anticipato che dovrò restare senza denti per un certo periodo, altrimenti dovrei, per evitare questo, fare uno scheletrato provvisorio attaccandosi ai denti sani nell'arcata superiore(dove sono gli impianti)che sarebbero gli incisivi.Sono molto confusa e preoccupata, vorrei evitare scheletrati, sento di persone che non possono portarli per il vomito che causano. Mi rivolgo a voi perchè sempre sapete risolvere i problemi più complicati e dare indicazioni per risolvere il problema nei migliore dei modi.Siete la mia ultima speranza. Vi ringrazio molto.
Carla

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Stia tranquilla, uno scheletrato non è una protesi totale e nella grandissima maggioranza dei casi non dà alcun problema del tipo accennato da lei. Per il resto, mancando l'esame radiografico, non posso pronunciarmi. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2007
Dottore la ringrazio per la risposta, però sono interessata a sapere se quanto mi propone il dentista che mi ha messo gli impianti,potrebbe essere una possibilità o se dovrò per forza ricorrere allo scheletrato.
La ringrazio ancora.
Carla
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La sua confusione, cara signora, è data anche dal fatto che si rivolge in breve tempo a due medici che vedono la cosa, non so se in fede o in malafede, in due modi del tutto diversi. Noi,non avendo nessun riferimento clinico-diagnostico, non possiamo dirle più di tanto. Come giustamente riferito dal collega Lorenzo, in ogni caso lo scheletrato di norma non reca i disturbi da Lei riferiti.
A presto
[#4] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,
mi rendo conto che senza poter vedere dal vivo la mia situazione sia impossibile fare una diagnosi precisa. Non è che mi rivolgo a due medici contemporaneamente, il fatto è che da due anni ho cambiato dentista per la distanza che c'è per restare in cura dal primo, quello che mi ha messo gli impianti. Avendo un ottimo rapporto con lui e essendo un po' stupita per quanto mi succede l'ho informato e lui aveva piacere di vedere e cercare di capire il perchè di quanto accaduto. E' vero che le due opinioni sono diverse, a me interesserebbe sapere da voi, che sempre valutate con chiarezza le varie situazioni ,se uno dei due prevede una soluzione impossibile. Vorrei evitare gli scheletrati per ragioni, direi psicologiche, sin da quando ero giovane ho sempre avuto la tremenda paura di dover ricorrere a questa soluzione. Ho sempre avuto molta cura dei miei denti e sono attentissima all'igene orale, qualche incidente di percorso è stato causato da un dentista, tanti anni fa, anche se lui si è reso conto e ha ammesso di non essere stato sollecito, io ne sto pagando le spese!
Mi scuso per il disturbo e vi ringrazio molto.
Carla