Utente 282XXX
Salve a tutti.
La scorsa settimana ho effettuato una visita oculistica, con lo scopo di poter prenotare una lasik o prk, ma non è andato tutto come avrei desiderato: l'oculista mi ha fatto eseguire una serie di test su più macchinari, tra cui una "Topografia Corneale" che ha dato come risultato un SOSPETTO CHERATOCONO sull'occhio sinistro.
Quest'ultimo test me lo ha fatto ripetere ben 2 volte, dicendomi anche che il suo macchinario adoperato è infallibile, e non c'è la benchè minima possibilità che si sia sbagliato, anche perchè dice di averlo acquistato per 50.000 euro essendo super sofisticato.
Ha poi continutato dicendomi che non sono assolutamente OPERABILE (per quanto riguarda il laser refrattivo) per 2 motivi: il primo è che ho un sospetto cheratocono (che dovremo nel corso del tempo capire se è in fase evolutiva, facendo fra 6 mesi un altro test) ed il secondo è che ho entrambe le cornee degli occhi troppo sottili ( 478 micron e per essere operato dovrebbero essere sui 500-520 micron ).
Quello che mi lascia perplesso è che circa 3 anni fa effettuai una serie di controlli agli occhi al POLICLINICO DI MESSINA e mi dissero che potevo tranquillamente fare il laser agli occhi, poi 2 anni fa da un altro oculista a Palermo mi fu detta la stessa cosa, e solo oggi scopro invece di non poter essere operato?
Ci sono rimasto troppo male, e volevo chiedere a voi esperti oculisti, se sia il caso che effettui brevemente un'ulteriore topografia corneale da un altro specialista, sperando magari che non evidenzi alcun "Sospetto cheratocono" e magari l'oculista precedente si sia sbagliato.
Poi volevo chiedervi:
- secondo voi il cheratocono (qualora fosse confermato essere evolutivo) colpirà sicuramente anche l'occhio destro?
- ho sentito parlare di una possibile operazione PRK associata al CROSS-LINKING, secondo voi ad oggi è una cosa fattibile e abbastanza sicura? Se così non fosse, esiste qualche altro tipo di rimedio permanente per poter abolire in queste condizioni occhiali e lenti a contatto?
Vi chiedo questo perchè vorrei poter avere una chance per ripristinare la mia vista del tutto, e non voglio credere che non ve ne sia più la possibilità.
Se puo' aiutarvi con le valutazioni: ho 23 anni e porto gli occhiali da circa 14 anni ed attualmente la mia situazione è la seguente:
"RIGHT" SPH: 3,75 CYL: 1,00
"LEFT" SPH: 2,25 CYL: 2,00

Vi prego e spero di ricevere molte risposte da voi, perchè da quando ho effettuato quella visita e ricevuto quella notizia, non riesco nemmeno quasi più a dormire la notte.
Vi ringrazio in anticipo.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.mo,
con il suo difetto refrattivo ed il suo spessore corneale non ci sono problemi ad effettuare un intervento laser refrattivo.

Se un topografo scrive "sospetto Kcono" è solo una macchina e non è infallibile.
I risultati vanno interpretati dal medico oculista.

Le consiglio un consulto presso un altro specialista

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dott. Carlo Orione, la ringrazio innanzitutto per la cortese risposta.
Volevo aggiungere, che effettivamente da 2 anni a questa parte, proprio dall'occhio sinistro ho perso un po di vista ( da 1,00 di astigmatismo sono passato a 2,00 ), quindi la mia paura è proprio che il sospetto cheratocono possa essere confermato, visto che i sintomi da ciò che ho letto sono proprio la perdita di vista graduale dovuta all'astigmatismo, che forse a 23 anni si sarebbe già dovuta arrestare.
Effettuerò comunque dopo le feste natalizie sicuramente un'ulteriore topografia da un altro specialista, anche se purtroppo a Palermo non ne conosco molti.
C'è la possibilità che effettuando una topografia corneale a distanza di 1 mese dalla precedente, si evidenzi un'evoluzione del cheratocono?
Cioè, in un arco di tempo così breve (se fosse un cheratocono evolutivo) si potrebbe già confermare o magari escludere che sia in evoluzione?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
C'è la possibilità che effettuando una topografia corneale a distanza di 1 mese dalla precedente, si evidenzi un'evoluzione del cheratocono?
SI
Cioè, in un arco di tempo così breve (se fosse un cheratocono evolutivo) si potrebbe già confermare o magari escludere che sia in evoluzione?
SI

Mi tenga informato
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Grazie nuovamente per le risposte dottore.
La terró senza alcun dubbio informato sugli sviluppi, nonappena effettueró la prossima visita.
Approfitteró anche in seguito della sua disponibilità per rivolgerle qualche altra domanda pertinente la mia situazione.
Cordiali Saluti e buone feste