Utente 189XXX
Gentili medici,
Volevo chiedere se il frenulo corto tale da rende difficoltoso ma comunque eseguibile scoprire il clande con pene in erezione possa influire sulla lunghezza del pene stesso? Mi spiego meglio. In erezione riesco a scoprire il glande del mio pene con un po' di fatica e comunque non completamente e non permanentemente. Quando vi riesco pero' noto che la lunghezza del pene aumenta di circa un centimetro e premetto nuovamente che in ogni caso non riesco a scoprire il glande completamente. È come se la punta del pene riuscisse a stenderei di più. È possibile una cosa del genere o è solo un'impressione? E inoltre eseguendo una eventuale frenulotocmia e permettendo al grande di essere completamente scoperto senza percepire il senso di "stretto e tirato" è possibile che di fatto il pene acquisti una lunghezza " maggiore" ( anche un solo centimetro?) Premetto che il mio problema, per il quale andrò presto da uno specialista per una visita, non mi crea n'è curvatura del pene n'è eccessivi dolori, solo qualche fastidio nello scoprire il glande.
Grazie per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dalle sue premesse, "Premetto che il mio problema, per il quale andrò presto da uno specialista per una visita, non mi crea n'è curvatura del pene n'è eccessivi dolori, solo qualche fastidio nello scoprire il glande", non dovrebbe incidere sulla lunghezza del suo pene e comunque solo lo specialista valutata la situazione potrà darle dei chiarimenti..

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico del "pene piccolo", le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Gentili medici,
Vi ringrazio per la celere risposta. È vero, il frenulo corto nel mio caso non crea curvatura del pene. Quello cui mi riferisco è pero' il fatto che quando riesco, seppur a fatica, a scoprire completamente il glande, la punta di questo ( in relazione alla quale come indicato nell'articolo segnalatomi, va misurata la lunghezza del pene) sembra riuscire ad emergere in mod piu pronunciato di quanto accade invece quando resta non scoperto.
Una curiosità: nell'articolo che mi avete segnalato e che ho letto con molto interesse c'è scritto che "Sempre all’Università di San Diego si considerano come dimensioni ritenute "ideali" quelle di 8,8 centimetri di lunghezza a pene flaccido e di 12,5 centimetri in erezione mentre per la circonferenza si stimano come regolari 9,9 centimetri a riposo e 12,5 centimetri quando il pene è rigido."
Posso chiedere in che senso si ritengono queste misure ideali?
Grazie
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se "riesce, seppur a fatica, a scoprire completamente il glande", vuol dire che c'è un anello fimotico da far vedere al suo andrologo od urologo ed eventualmente correggere.

Per "ideali" si intendono misure che consideriamo "fisiologiche" e quindi nella norma.

Ancora cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per l'informazione. Lo terrò presente anche perché in effetti nello scoprire il glande sento comunque un restringimento a livello di circonferenza.
Posso chiedere come si corregge la famosi? Con circoncisione obbligatoriamente?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

generalmente l'indicazione è chirurgica ma l'ultima parola terapeutica in questo senso solo il suo urologo od andrologo gliela può dare.

Ancora cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Leggevo della possibilità di una circoncisione solo parziale del prepuzio. Mi preoccupa in realtà l'idea di una circoncisione che lasci scoperto completamente il glande poiché per me è una parte molto sensibile.
Certo, valuterò con un medico di persona. Ma in questo caso è consigliabile un urologo o un andrologo?
Saluti e grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

la scelta è a sua discrezione e comunque in quella sede lo specialista le spiegherà se è possibile la circoncisione "parziale".

Cordialità
[#9] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le informazioni,
Buona serata
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle indicazioni già ricevute, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sul discussione "andrologo-urologo", le consiglio di consultare i seguenti articoli pubblicati sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie.
A presto.