Utente 287XXX
Gentilissimi medici,
sono un ragazzo di 20 anni che due settimane fa ha dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico a causa di varicocele sx di 3°-4° grado, mediante legatura delle vene spermatiche. La cicatrice (che si trova tra la cresta iliaca e il pube) si sta pian piano cicatrizzando. Dopo l'intervento il medico mi ha prescritto l'antibiotico levofloxacina da assumere per una settimana. Dopo aver smesso l'antibiotico mi sono comparse sul viso delle bolle, probabilmente dovute all'antibiotico, adesso sparite. Il fatto è che avverto dolore al testicolo sx alla palpazione (soprattutto la parte posteriore del testicolo) e durante i rapporti sessuali (in quanto durante il rapporto i testicoli si muovono a causa dei movimenti). Dopo una settimana dall'intervento, sono andato dal medico che mi ha operato per un controllo, e mi ha detto che va bene tutto. Io però mi chiedo: è normale avvertire questi fastidi dopo il tipo di operazione che ho subito (legatura vene spermatiche)? su internet sto leggendo di possibili patologie quali l'epididimite..e quindi mi sto preoccupando..
Vi ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
a due settimane dall'intervento è possibile avvertire dei dolori transitori al testicolo presente sullo stesso lato dell'intervento. Se presenti è bene temporeggiare ancora nella normale attività sessuale e riconsultare per una visita il medico operatore.
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio davvero per la risposta. Aggiungo che il medico operatore mi ha inoltre prescritto SPERMFAST bustine tutti i giorni per tre mesi e poi spermiogramma. Lei cosa ne pensa? Il fatto è che le bustine hanno un costo abbastanza elevato..lei cosa ne pensa se dovessi prenderle un giorno si e un giorno no per tre mesi?
La ringrazio veramente.
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
La terapia con integratori alimentari per migliorare la qualità del liquido seminale nel periodo post-operatorio o la si fa come prescritto o è meglio non eseguirla.
[#4] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Salve,
Come consiglio del medico operatore sto prendendo SPERMFAST una volta al dì già tre settimane ed ho intenzione di continuare.. Vi scrivo perché ormai è passato un mese dall'intervento e il dolore al testicolo è leggermente migliorato, anche se quando lo tocco in basso e da dietro sento un pò di dolore. Inoltre oggi mi fa male a livello muscolare della ferita, ovvero non la cute ma sotto..come la sensazione si dolore che si avverte quando si strappa il muscolo. È normale? La ferita si è cicatrizzata bene e sport non ho ancora iniziato a farne. In questi giorni ho il raffreddore..può darsi che soffiandomi il naso abbia un pò esagerato con la pressione addominale e i muscoli che nell intervento erano stati lacerati si siano ora danneggiati? Vi ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Danneggiati i muscoli lacerati? non direi in quanto essi vengono semplicemente divaricati, probabilmente è un dolore muscolare transitorio in una zona ancora sensibile causato dall'influenza in atto, specie se la ferita è intatta e non nota gonfiori come esposto.
[#6] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio davvero per la sua risposta, infatti quel dolore è sparito dopo 2 giorni. Oggi Le scrivo perché ieri mi è successa una cosa strana che mi ha preoccupato un po.. ormai è passato quasi un mese e mezzo dall'intervento e ieri, dopo aver avuto un rapporto sessuale intenso con la mia ragazza, dopo l'eiaculazione ho avvertito un forte dolore localizzato dalla ferita fino alla porzione laterale sx dello scroto, sentivo come pulsare e mi eravano ritornate visibili le venuzze nello scroto. Dopo due orette il dolore è passato.. secondo Lei, il motivo potrebbe essere dato dalla forte eccitazione e dall'esitazione nell'eiaculazione? Perché mi trattenevo un po per fare durare più a lungo il rapporto..Mi è venuta paura che l'intervento possa essere stato compromesso..è possibile? Le vene legate potrebbero in qualche modo slegarsi? Da cosa è dipeso il dolore? È possibile una congestione del sangue venoso nelle vene a livello scrotale?
La ringrazio immensamente
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
La cosa più importante è che il dolore è regredito.
Sicuramente la eccessiva eccitazione può aver influito, ma di certo le vene legate e sezionate non possono generare la recidiva del varicocele e quindi quanto avvenuto non può inficiare l'esito dell'intervento. Se i problema si ripresenta è necessaria una rivalutazione urologica, ma nella maggior parte dei casi è un fastidio transitorio.
[#8] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio davvero tanto dottore!
Distinti saluti
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!