Utente 651XXX
Dopo poche ore da un rapporto protetto ho avvertito un notevole fastidio in vagina (che tuttora persiste senza miglioramenti dopo due giorni). Ad un controllo ho rilevato rossore, gonfiore e due piaghe/ulcerazioni simmetriche di piccole dimensioni. Considerando la rapida manifestazione dei sintomi ho escluso una serie di agenti eziologici. Premetto pero’ che qualche hanno fa’ ho contratto l’herpes genitale ma l’unica recidiva avuta in 3 anni e durata poche ore era esterna e localizzata nello stesso punto dove si e’ manifestata la prima volta. Le mie domande sono quindi: e’ possibile che a seguito del rapporto sessuale avuto l’herpes si sia riattivato in sede diversa da quella di origine? Potrebbe trattarsi di dermatite da contatto dovuta magari al lubrificante del profilattico? O ptrebbe essere invece semplicemente un’irritazione per lo sfregamento con il profilattico? Grazie, cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,tutte le sue supposizioni sono compatibili con le vaginiti e/o vaginosi e ce ne sono anche altre che vanno indagate, per arrivare ad almeno un orientamento diagnostico che potrebbe avvalersi anche di accertamenti, se ritenuti utili,il tutto in sede Venereologica.Pertanto non procrastini oltre modo tale visita specialistica, senza applicare nulla che possa controvertire il quadro a chi dovrà interpretarlo.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Concluda le sue supposizioni gentile utente con un unico dato: la visita Venereologica:

Essa è l'unica che riuscirà a comprendere se la sua situazione sia compatibile con un quadro infettivo (preesistente allo stato latente e magari indotto od esacerbato dal traumatismo sessuale) od una situazione di tutt'altra natura (il Venereologo è un dermatologo:

pertanto con tale figura potrà chiarire tutti gli aspetti muco-cutanei, anche dermato-allergologici).

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 651XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le vostre risposte e consigli. Come da voi suggerito mi sono affrettata a sottopormi ad una visita specialistica. Sfortunatamente pero’ troppo spesso incorriamo in professionisti piu’ interessati alla fattura che verra’ emessa piuttosto che alla cura del paziente. E dopo questa esperienza e’ con maggior ammirazione che guardo al vostro contributo, che pur essendo virtuale assiste molto di piu’ di quando si possa pensare.
Tornando alla mia esperienza... ancora prima di essere visitata avevo gia’ una prescrizione per Normogin candelette e sorprendentemente Yasmin comp da assumersi ininterrottamente per un anno!! Alla prescrizione e’ seguita la visita che non poteva ovviamente smentire la diagnosi al buio.
Giustificazioni per la terapia consigliata: CITO IL MEDICO... “ a tutte le mie pazienti consiglio di usare Normogin quotidianamente per 15 giorni e poi due volte a settimana per tutta la vita”... non elenco i miracoli che sono stati attribuiti a Normiogin. La soluzione alla vita. Non escluderei che tale medico possegga delle azioni dell’azienda 
Nessun riferimento ad azienti eziologici, contagi etc. Quando ho spiegato che ho un herpes genitale mi e’ stato detto che e’ impossibile perche’ l’herpes non esiste. Lo hanno solo in California (ometto la mia polemica a riguardo!!) Cossa’ perche’ poi solo la California... Forse i 55 milioni di americani stimati avere l’herpes si sono trasferiti tutti li’.
Ma il bello deve ancora arrivare... Jasmin... CITO NUOVAMNET IL MEDICO... “ sa deve capire che lei sta invecchiando e deve iniziare a risparmiare le uova... avere le mestruazioni e’ innaturale poiche’ la donna dovrebbe solo ed esclusivemnte procreare e siccome questo non sempre e’ possibile lei deve metter al sicuro il suo futuro di fattrice. Mi sono anche un po’ spaventata visto che mi e’ stato dato un ciclostilato con un trattato filosofico sulle uova delle donne!! Ho creduto di essere capitata in una setta!! Ora premetto che ho 34 anni non ho mai preso la pillola in tutta la mia vita. Evviva le linee guida per la prescrizione e l’uso razionale dei farmaci!! Inoltre non sono in una relazione stabile e il mio ciclo e’ regolare e non ho acne ... direi di non averne bisogno!
Insomma dopo aver dato al santone centocinquantadue euro ancora non so perche’ in seguito ad un rapporto protetto mi sono venute delle piaghe. Immagino che il vostro consiglio giustamente sia quello di cambiare “santone”!! Grazie ancora e scusate per lo svogo ma ero davvero molto contrariata da questa mancanza di cultura medica e professionalita. Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Quello che ci ha raccontato non ha alcun supporto scientifico.Pertanto se la storia è vera direi che; primo verificare se chi l'ha visitata è un laureato in Medicina e Chirurgia sia d'obbligo, secondo farsi visitare da uno specialista e noi ribadiamo l'ambito Venereologico, sia anche ciò d'obbligo.
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 651XXX

Iscritto dal 2008
Purtroppo la storia e' vera! Ma mi riassicura avere una sua opinione in merito alla "scientificita'" dell'accaduto.
La ringrazio per la sua risposta. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Cambi semplicemente "medico" non "santone" solo se vorrà, per la sua Salute e Sicurezza: da tal sede non si può ipotizzare altro, oltre che prendere atto (!) di quello che ci scrive..

cari saluti