Utente 293XXX
Buon giorno, sono un ragazzo di 32 anni.
Negli ultimi due ho affrontato ciclicamente con successo pruriti e formazione di crosticine bianche sul cuoio capelluto con Nizoral shampoo ed Elecon gocce (prescritti dal medico curante). Premettendo che ho una pelle indefinibile, relativamente grassa ma tendente a tirare e seccarsi al solo contatto con l'acqua, da qualche mese presento una serie di brufoli/cisti sul cuoio capelluto (soprattutto nuca) e brufoletti rossi e piatti concentrati sulla fronte, attaccatura capelli e tempie, con la particolarità che in alcune occasioni questi ultimi hanno un colore uniforme alla pelle, in altre invece il tutto si arrossa percependo una sensazione simile a quella provata quando la pelle diventa particolarmente sensibile a seguito di un arrossamento da sole.
Diagnosi del dermatologo: dermatite seborroica al cuoio capelluto e viso con follicolite al tronco. Terapia: Kerion K shampoo, Kerium Ds crema e Kutiderm ph 3,5 per la doccia.
DOMANDA: è plausibile tale diagnosi al volto nonostante non abbia mai presentato squame, escoriazioni su orecchie, naso ecc...?
Dopo circa due mesi la condizione precedentemente descritta al volto è persistente, aggravata dalla formazione sul viso di frequentissimi brufoli con pus di difficile guarigione e con le macchioline/brufoletti rossi che molto spesso lasciano chiazzoline brune.
Consultato il mio medico di base, egli ha escluso la dermatite seborroica al volto diagnosticando invece una semplice acne da curare con Dalacin T gel, ovviamente senza grossi risultai.
DOMANDA: in vista della mia preoccupazione circa la permanenza di macchioline/cicatrici brune, come agire in questi casi? E' preferibile un' ulteriore consulto specialistico?
Nella speranza di non essermi eccessivamente dilungato e di aver chiaramente espresso la mia condizione, vi ringrazio e vi auguro buon lavoro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
certamente le due condizioni, acne e dermatite seborroica, possono coesistere. La dermatite seborroica ha un andamento spesso cronico recidivante, l'acne può durare a lungo ed anch'essa assumere andamento cronico. Si tratta pertanto di condizioni che vanno seguite dallo specialista in modo regolare, anche perché la terapia può cambiare in base allo stato in cui si trovano queste affezioni: ad esempio se l'acne si aggrava ricorrere a trattamenti sistemici. Le consiglio pertanto di identificare un dermatologo di fiducia e di farsi seguire in modo regolare per un certo periodo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio vivamente e seguirò senz'altro i suoi consigli, purtroppo queste tipologie di problematiche passano spesso agli occhi dei medici di base come semplici capricci legati ad un fattore puramente estetico, sminuendo i reali fastidi del caso e le ripercussioni nella sfera privata.

Rinnovandole la mia gratitudine, le auguro buon lavoro