Utente 299XXX
A febbraio del 2012, a causa di secchezza della cute nell'area della fronte vicina all'attaccatura dei capelli, su consiglio di mia madre (consiglio che ho preso troppo alla lettera non leggendo nemmeno il foglietto illustrativo del farmaco) ho applicato per alcuni giorni "Altosone unguento" (che non sapevo fosse a base di cortisone).
Dopo qualche settimana, nell'area dove avevo applicato l'unguento, sono comparsi due aloni chiari.
In un primo momento ho immaginato si trattasse di vitiligine ma, successivamente, leggendo il bugiardino, ho letto tra gli effetti indesiderati "ipopigmentazione della cute".
La scorsa estate (anche su consiglio del dermatologo) non mi sono esposto al sole per non peggiorare le cose.
A distanza di più di un anno, gli aloni sono ancora presenti (anche se lievemente meno marcati).
E' necessario che anche quest'anno mi astenga dal prendere il sole in quell'area o è sufficiente una crema solare ad alta protezione?
Ma soprattutto, queste ipopigmentazioni sono destinate a scomparire (anche in tempi piuttosto lunghi) o resteranno comunque i segni?

Ringrazio anticipatamente per le risposte.

Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
0% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
molto probabilmente la secchezza della cute era dovuta ad una dermatite che, guarendo, ha lasciato un esito "bianco". Questo fenomeno è molto comune, ad esempio dopo guarigione di un eczema: la cute "guarita" che aveva subito un processo infiammatorio appare più chiara di quella circostante.
Dovrebbe abbronzarsi nuovamente senza problemi, quindi non starei a trattarla diversamente dalle altre parti del corpo. Le ipopigmentazioni permanenti sono molto rare a seguito di applicazione di steroidi topici.
Cordiali saluti

Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena