Utente 280XXX
salve dottori,sono in cura da nutrizionista per numerose allergie alimentari,a queste si è aggiunta anche un intolleranza da lattosio e derivati,mi è stato dato del lacdigest..ma la cosa piu preoccupante e l eccessivo dimagrimento,sono scesa da 53 kg,a 45 kg in meno di 3 mesi.da cosa può dipendere?inoltre lo stomaco fatica a svuotarsi anche con piccoli pasti,vi faccio un esempio,al mattino uno yogurt,a pranzo un piatto di pasta o della carne bianca,e per cena verdure,a me sembra pochissimo ma non so se attribuire ciò al dimagrimento rapido,o se alle intolleranze,purtroppo se provo ad aumentare i grammi o fare un pasto completo rischio sempre di tappare stomaco e intestino per diversi giorni,minimo 3 e poi torna normale,l appetito è completamente scomparso,ho pura che lo stomaco si sia rimpicciolito e non riesca piu a lavorare il cibo,preciso che prima riuscivo a a fare pasti completi sia a pranzo che a cena,ma il cambiamento è avvenuto in tempi brevissimi,quali possono essere le cause di questo cambiamento?per ora il medico gastroenterologo cerca di aiutarmi con farmaci procitenici,antisecretici e antiacidi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Stia tranquillo, lo stomaco non si è rimpicciolito. Evidentemente la riduzione alimentare per l'intolleranza al lattosio avrà contribuito al dimagramento e si è abituato ad un basso regime alimentare. Segua tranquillamente i consigli del gastroenterologo e vedrà che la situazione si normalizzerà

Auguroni

[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,nel caso avesse la necessità di incrementare la quota di alimenti,provi con pasti piccoli ma frequenti.Anche se è' probabile che il dimagrimento dipenda dallo scarso apporto alimentare,uno studio endoscopico o almeno radiologico dello stomaco sarebbe da prendere in considerazione.Sempre che il curante condivida.
Saluti