Utente 293XXX
Buonasera,
ho bisogno un chiarimento perchè sono seriamente confusa.
Premetto: ho 21 anni e acne da quando ne ho 15. I primi anni erano brufoletti molto lievi e facili da debellare, ma dopo svariate cure e col passare degli anni, l'acne è diventata sempre più "resistente".
Da gennaio (dopo averle provate tutte: cure topiche, antibiotici, saponi, sedute...) ho deciso di andare in cura da uno dei dermatologi più rinomati nella mia provincia.
Dopo un quarto d'ora di cura, il responso è stato
"Cura alla vitamina A 'isotretinoina', può causare secchezza, depressione e in alcuni casi porta al suicidio"
Spaventata, e dopo aver scoperto che il mio problema poteva esser legato all'ovaio policistico, richiamo il dermatologo che mi risponde con "Ah benissimo!! La cura è solo Diane, si faccia visitare dalla ginecologa e se la faccia prescrivere."

Ok, detto - fatto.
Se non che fino a quel momento la mia pelle era sì cosparsa di cistine dolorose, ma non era "macchiata" come lo è adesso e soprattutto non è "ruvida" al tatto come lo è ora, non a causa dei comedoni ma proprio anche le zone "scoperte" sono secche ma unte.
Non capisco proprio dove sia il mio problema.

Ovaio destro policistico e sinistro microcistico.
MAI avuto problemi di irregolarità, cicli di 28-29 giorni e mestruazioni della durata di 4/5 giorni. PERFETTE.

Sono a metà del quarto blister di Diane e il dermatologo dice "CHE PRETESE! E' NORMALE, E' PASSATO POCO TEMPO!" ma io credo che in 4 mesi la situazione dovrebbe cominciare a migliorare e non a peggiorare.

Sono veramente preoccupata e combattuta. Sono sempre triste e mi vergogno a farmi vedere alla luce del sole. Mi trucco sempre, il mio ragazzo non voglio che mi veda struccata, non ho mai voglia di uscire, mi sento un vero mostro. Spero che mi sappiate dire qualcosa perchè sono veramente demoralizzata.

Grazie in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
fermo restando che l'approccio alla patologia non sembra essere stato uno dei più felici, quello che le ha detto il collega può essere certamente condivisibile. 4 mesi non sono tanti: probabilmente dal prossimo mese vi saranno miglioramenti.
Ha preso anche Androcur o solo Diane?
sta facendo anche una terapia locale?