Utente 322XXX
Gentili dottori,

vi scrivo perche' un po' preoccupato per le sintomatologie di una chertite e per chederle un consiglio sul da farsi. Le spiego rapidamente:
-due setttimane fa (sabato 21) mi e' comparso quel che mi sembrava un semplice orzaiolo (che mi capitan usualmente fin da quando ero piccolo) all'occhio destro
- poi pero' in pochi giorni l'occhio e diventato estremamente rosso, sono andato dal medico generico (martedi' 24) che mi ha dato collirio TOBREX (tobramicina) due volte al giorno e diagnosticato congiuntivite
-dopo tre giorni l'occhio non e' migliorato ma peggiorato e sono tornato da altro medico generico(venerdi' 27) che mi ha dato OCUBRAX (tobramicina e Diclofenco). Con questo trattamento effettivamentte il rossore e il gonfiore della palpebra e' diminuito, ma ho iniziato a vedere molto sfocato nel fine settimana
-Dopo due giorni di visione sfocata sono andato al pronto soccorso (mercoledi' 2 Ottobre) dove mi han visitato dei medici molto giovani (fin troppo..) che mi han fatto esame con lampada a fessura (credo sia questo il nome, mi han somministrato un collirio colorante prima dell'esame) e dopo aver "telefonato" al medico oculista mi han detto che la conguntivite si e' evoluta in cheratite puntuta. Che la visione sfocata e' normale e mi han dato questo trattamento: due gocce di FML (fluorometalona) mattina e sera e nuovamente TOBREX tre volte al giorno (1 goccia). Questo per DUE settimane.

Ora il problema e' che sto seguendo diligentemente la cura ma sebbene il rossore vada scomparendo del tutto, la visione dell'occhio destro non migliora. Vedo MOLTO sfocato con l'occhio destro e non riesco assolutamente a mettere a fuoco le lettere delle cose scritte. Quando metto gli occhiali per miopia, la visione sembra quasi peggiorare anzicche' migliorare.

Ora se dovessi seguire quanto mi han detto i medici del pronto soccorso dovrei semplicemente attendere due settimane (con oggi che e' sabato stiamo a 4 giorni di cura) e dunque se le cose non migliorassero andare nuovamente dall'oculista.
Io pero' sinceramente sono preoccupato e mi chiedo se questo decorso sia normale. Giacche' vi chiedo se voi mi consigliate di andare di urgenza da altro oculista privato, o aspettare il lunedi' ed andare, o se ancora semplicemente continuare con quanto mi han prescritto.

Le aggiungo altre informazioni: ho 31 anni; ho una miopia media (4e mezzo e 5 e mezzo); nessuna altra patologia all'occhio anzi a visita oculistica in settembre in Italia mi avevan detto che l'occhio era in ottima salute; nessuna allergia ne' nessuna malattia grave in tutta la mia vita; vivo in spagna; per lavoro passo molte ore davanti al computer: in questi ultimi giorni sto mantenendo l'occhio destro chiuso per lavorare perche' altrimenti mi da molto fastdio la visione.


Ringraziandola anticipatamente per il suo tempo e per la sua attenzione, aspetto speranzoso un suo consiglio.

Mille grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
verosimolmente ha contratto una cheratocongiuntivite virale da adenovirus in concomitanza della sua microcalazioni

i linfonodi pre tragici sono aumentati di volume?
i retro nucali?

ha mal di cola?/
rinite??
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr Marino,

innanzitutto la ringrazio per la sua gentile risposta.

Circa le sue domande: io ho sicuramente avuto uno dei due linfonodi nucali gonfio (ma quello sinistro, mentre l'occhio interessato e' il destro) ed attualmente seguita ad essere un po' gonfio ma poco. Ho anche avuto un po' di rinite ma anche in questo caso poco e non ho notato nulla circa i linfonodi pre tragici.

Tuttavia a quanto pare ho trasmesso la congiuntivite alla mia ragazza che sta soffrendo ora i medesimi sintomi che avevo io un paio di settimane fa. Lei si' che manifesta gran parte degli effetti secondari che lei mi domanda: i linfonodi pre tragici aumentati di volume (lei ha congiuntivite a entrambi gli occhi ma maggiormente al destro, il linfonodo corrispondente e' piu' gonfio) e le fanno anche un po' male. Ha mal di gola e un po' di rinite.


Ieri siamo stati da un oculista entrambi, il quale a me ha confermato la diagnosi di cheratite puntuta (abbastanza forte a suo dire) e mi ha prescritto di continuare con la medesima cura che sto facendo (fluorometolana e tobrex) . Nel caso in cui non migliori il visus tra 10 giorni (continuo a vedere ugualmente appannato) , ripetere la visita. Alla mia ragazza ha dato moxifloxacino e fluorometolana( in dosemeno forte di quello prescritto a me) per 10 giorni.

Lei cosa ci consiglia? Ci sono rischi permanenti? Ci sono modi per diminuire il rischio che la congiuntivite della mia ragazza evolva in cheratite?
Crede infine sia meglio ripetere la visita in altro centro?

Ringraziandola anticipatamente della sua attenzione e della sua gentile consulenza,
le porgo i miei piu' cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
amio parere deve aggiungere una terapia orale

mi mandi mail
PROFLUIGIMARINO@GMAIL.COM