Utente 197XXX
Buonasera sono una ragazza di 22 anni e sono affetta da fuoco di sant'antonio.
Il tutto é cominciato mercoledi scorso quando ho avvertito un forte dolore a metà schiena vicino alla spina dorsale quando mi appoggiavo al sedile della macchina o allo schienale della sedia,mentre gia da un paio di giorni avevo sintomi simil influenzali. Il giovedi mattina guardandomi la schiena allo specchio ho notato una macchia rossa con la presenza di pustolette nella zona del dolore. Pensando fosse un allergia che ho trattato ( poi mi é stato detto che ho sbagliato) con travacort crema.
Arrivati a domenica il dolore alla sera era insopportabile ed inoltre avvertivo sensibilità anche al solo sfiorare dei vestiti sulla pelle nella parte destra alla spina dorsale fino al fianco,cosi mi sono recata dalla guardia medica che senza esitazione mi ha detto che ho il fuoco di sant antonio poi confermato oggi che é martedi dal medico di condotta.
Mi é stata prescritta una crema antivirale e una pastiglia di brivirac al giorno da prendere sempre alla stessa ora.
Ad ora le pustolette sulla schiena oggi pomeriggio hanno rilasciato del liquido ma sembrano piu spente e sembra stiano andando via ma il dolore si é protratto dalla spina dorsale verso destra ed ora lo ho fino all ombelico sul davanti, mi chiedevo é una cosa normale che il dolore interessi tutta questa parte o mi devo preoccupare? Perche il medico mi ha detto è normale, inoltre le pustole che stanno quasi scomparendo indicano che sto guarendo ? Perche mi hanno detto che il dolore mi durera circa un mese ma quando le pustole scompaiono io sono guarita ed il dolore é solo una conseguenza di questo virus oppure sarò guarita solo quando passa il dolore? Un ultima domanda io posso continuare a fare il mio lavoro anche in questa fase o dovrei stare a riposo? Perche noto che la sera il dolore é piu forte...
Scusi per tutte queste domande ma il mio medico di base non mi ha nemmeno ascoltata ed io non so come comportarmi...
Ringrazio preventivamente per il tempo dedicatomi e per eventuali risposte.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non deve preoccuparsi ma curarsi e fidarsi del curante.

Nella maggior parte dei casi lesioni provocate guariscono senza cicatrici nel giro di poche settimane (3-5), con progressiva riduzione del prurito e del dolore.

La sua abilità/inabilità al lavoro può essere giudicata solo con visita diretta del medico.

Prego
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua risposta.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
SI figuri.

Prego