Utente 195XXX
Salve a tutti, circa 2 anni fa', confessai al mio ragazzo che mi masturbavo (relazione a distanza da 7 anni).. per me era un segreto ma non riuscii a tenerlo segreto in quanto con lui non ci sono segreti...Non vi dico i sensi di colpa, mi sento una cattiva ragazza, che pensa solo a quello, di tradirlo.. Dopo averlo confessato fini li, lui ci rimase male e dopo un po' fini li.. il fatto che in questo ultimo periodo, e' capitato.. lo sto tenendo per me, ma sento il bisogno di dirtglielo pero' non so come la potrebbe prendere adesso... all epoca ero "piccola" ma ora no, stiamo insieme da tanto.. il fatto che io so che non ne ho bisogno ecc.. ma tra me e me so che e' "sbagliato" e me lo faccio a posta.. non so spiegami bene.. spero che avete capito... so che prima o poi devo dirglielo perche' voglio, ma stavolta non trovo le parole, poi al telefono e' difficile
grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
gentile ragazza, l'autoerotismo è una esigenza fisiologica e personale che tale deve rimanere. NON è assolutamente sbagliato e il senso di colpa non ha motivo di esistere,
non c'è motivo che glielo dica anche perché, stia pur certa, che tal pratica è effettuata anche da lui, ma lo tiene per sé, come è giusto che sia.
legga questo articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/40-convinzioni-fanno-ammalare.html
saluti

[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazza,
Mi associo al collega nella risposta
Il piacere solitario, non va confessato, ma eventualmente condiviso...

Non vedo il motivo per il quale lei deve espiare le sue colpe, per una necessità naturale e normale...

Ha ricevuto educazione emozionale e sessuale durante la sua crescita?
Perché si sente in colpa, cosa la fa sentire inadeguata?

Consideri che l' autoerotismo, non è affatto il contro altare del piacere condiviso, ma se non è sostitutivo o un surrogato, può tranquillamente coesistere nella vita di ogni individuo...e coppia

Le allego qualche lettura



http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1150/Autoerotismo-e-sensi
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1350/La-masturbazione-ed-