Utente 169XXX
Gentili Dottori, a seguito di ECG da sforzo dubbio per ischemia (non conclusivo), mi è stata prescritta scintigrafia miocardica a riposo e da sforzo. Vorrei domandare in che modo si svolge l'esame e quali rischi ci sono in riferimento al liquido che si inietta in vena. Alcuni anni fa ho eseguito una scintigrafia ossea, con iniezione di una sostanza in vena, e non ho avuto alcuna reazione avversa; ciò può farmi ben sperare che non ci siano anche in questo caso reazioni avverse? Si tratta di sostanza simile a quella già iniettata in occasione della scintigrafia ossea?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si, la scintigrafia da sforzo consiste nella registrazione din un ECG da sforzo e l'iniezione di una sostnza radioattiva, eliminata in poche ore e che non ha niente a che vedere con il tradizionale liquido di contrasto.
L'unica raccomandazione e' di stare lontano da donne gravide o bambini piccoli per alcune ore dopo l'esame
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, Dottore, per la celere risposta, vorrei domandare un'ultima cosa: qualora dovesse essere necessario, dopo quanti mesi la scintigrafia miocardica può essere ripetuta? Ringrazio per la consueta gentilezza.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Meno si somministrano radiosotopi radioattivi e sicuramente meglio e'.
La necessita o meno di ripetere l'esame verra' deciso dal suo Cardiologo
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio e la saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori, riprendo questo post poichè tra dieci giorni dovrò effettuare la scintigrafia miocardica. Attualmente io assumo mezza compressa di atenololo 50 mg; quanti giorni prima dell'esame è consigliabile sospendere questa medicina? Ringrazio per la risposta.
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di solito i test provocativi vengono effettuati in assenza di farmaci e pertanto dovrebbe interromperla. Di solito è il cardiologo che le esegue l esame che le da questi consigli
Arrivederci
[#7] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, Dottore, farò sapere poi l'esito della scintigrafia. Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, ho ritirato da pochi giorni l'esito della scintigrafia miocardica, effettuata in una struttura pubblica (Policlinico Gemelli), che trascrivo:

QUESITO CLINICO: diagnosi di cardiopatia ischemica in paziente con riferito angor atipico e dispnea. Test da sforzo (08.07.2013): tre BEV in un caso in coppia durante sforzo. Tratto ST ascendente, lento, in inferolaterale non diagnostico. Eco cardio (16.07.2013): Vsin con conservati indici eiettivi a riposo; FE 63%.

TEST DA SFORZO (con cicloergometro; carichi crescenti di 10W ogni 1 minuti)
BASE: FC 103 bpm PA 135/90 mmHg
ACME: (80 W per 2 min) FC 155 bpm PA 195/105 mmHg
OSSERVAZIONI: test interrotto per esaurimento muscolare e raggiungimento della FCMT. Non sintomi. Rari BEV durante sforzo. Di base RS con lieve sottoslivellamento ST in infero-laterale. Accentuazione del sottoslivellamento ST durante esercizio, ascendente, che non raggiunge la significatività diagnostica.

SCINTIGRAFIA MIOCARDICA SPET (eseguita su gamma camera cardiaca dedicata D-Spect) (SPET-sforzo; Gated SPET-riposo)
Lo studio scintigrafico, eseguito dopo sforzo al cicloergometro, non ha messo in evidenza deficit di perfusione a livello delle pareti del ventricolo sinistro. In condizioni di riposo, dopo somministrazione di 5 mg di IDN s.l., il quadro perfusionale permane immodificato. Dimensioni della cavità ventricolare sinistra nella norma. Non dilatazione reversibile della cavità del ventricolo sinistro da sforzo. Con tecnica Gated-SPET dopo sforzo si rileva: frazione di eiezione del ventricolo sin. superiore al 60%. Volume telediastolico: 50 ml. Cinetica parietale nella norma. Con tecnica Gated SPET a riposo si rileva: frazione di eiezione del ventricolo sin. pari al 59%. Volume telediastolico : 59 ml. Cinetica parietale nella norma.
CONCLUSIONI:
Lo studio scintigrafico, eseguito in wash-out farmacologico da betabloccante, è negativo per ischemia miocardica a livello delle pareti del ventricolo sin. Non segni di disfunzione ventricolare sin. da sforzo. Funzione ventricolare sin. a riposo nella norma.

Vorrei cortesemente avere un parere in merito a questo esame, quale percentuale di affidabilità può dare la scintigrafia e se, nel mio caso, può essere esclusa la necessità di dover fare una coronarografia.Ringrazio infinitamente.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La scintigrafia che lei ha effettuato è del tutto normale e pertanto NON vi è alcuna indicazione alla coronarografia
Arrivederci
[#10] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, la ringrazio infinitamente per la celere risposta. Considerate la sua competenza ed esperienza, vorrei riferirle un ultimo dubbio riguardo la stanchezza che avverto a seguito di sforzi anche non rilevanti. Da vari ecocardiogrammi effettuati, ho constatato che la F.E. è diminuita: nel 2009 era 76%, nel 2010 era 75%, nel 2012 era 74%, a giugno 2013 è 72% (questi eco sono stati fatti tutti dallo stesso cardiologo e tutti con la stessa apparecchiatura). A luglio 2013 ho rifatto l'ecocardio presso il Policlinico di Napoli, con il risultato che trascrivo:
Ventricolo sin.
VStd: 50 (v.n. 35-54mm)
VSts: 32 (v.n. 25-40mm)
SIVtd: 10,5 (v.n. 5-11mm)
PPtd 9 (v.n. 7-12mm)
E F (T) 65,36 (v.n.50-75%)
S F (T) 36 (v.n. 26-42%)
RWT 0,36 (v.n. inf. 0,45)
ESS 50,84 (v.n. 96-136 dyne/cm2)
LVMid 119,49 (v.n. M inf 125) LVMha 44 (v.n. M inf 50)

Note: EF: 63% Contrattilità segmentaria: E' riportato tutto "NORMOCINETICO"
Punteggio totale: 1 Estensione danno IMA: 0

Ventricolo destro: 24 (v.n. 8-26) Press. sist. (mmHg): 28 TAPSE 19 mm
Commento: Conservata funzione.

Atrio sin. 36 ((v.n. 20-40 mm) Volume atriale indicizzato 29,65 cm3/m2
Descrizione: lievemente dilatato.

Atrio destro: nei limiti VCI: 7 mm VCI e 15 mm

Aorta: 39 (val. norm. 20-38)
2D: valvola tricuspide; Arco 29 mm; Aorta asc. 41 mm.

Mitrale 2D: Lembi mobili
Doppler: PFVE(cm/sec): 64 PFVA: 81 DT(ms): 144 IRT(ms):118
Commento: insufficienza valvolare di grado lieve.

Polmonare 2D: Lembi mobili
Doppler: VMax(cm/sec): 98
Doppler vene polmonari: S(cm/sec): 71 D(cm/sec): 36 Apv(cm/sec): 32 Apd:126

Tricuspide 2D: Lembi mobili.
Doppler: VMaxIT(cm/sec):240 IT:+/4
Commento: Insufficienza valvolare di grado lieve.

Pericardio: indenne.

Conclusioni: Ventricolo sinistro con conservati indici eiettivi a riposo (EF: 63%).
Ectasia dell'aorta ascendente.


Vorrei domandare se la diminuzione progressiva della FE (l'ultima è 63%) può essere indice di una cardiopatia dilatativa in atto, in particolare di inizio di insufficienza cardiaca, e, comunque, se i dati sopra riportati possono giustificare la stanchezza che avverto; in caso contrario dovrei ricercare altrove, con l'aiuto del mio medico di famiglia, la causa dei miei disturbi!
Ringrazio per la consueta gentilezza e la saluto cordialmente.
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
lei è terrorizzato di cose inesistenti dal momenti che la ef è sempre normale. si tranquillizzi
arrivederci
[#12] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, cordiali saluti.
[#13] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, riprendo questo quesito a distanza di tempo poiche' avverto ancora quella sensazione di stanchezza anche per sforzi minimi, come riferivo in precedenza. Dal 2013 non ho piu' fatto ecocardiogramma ne' test da sforzo; vorrei domandarle se puo' essere utile ripeterli. Grazie infinite.
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certamente che può ripterli, ma sarebbe meglio che lo chiedesse al cardiologo che lo ha preso in cura
Arrivederci
[#15] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta. Seguiro' il suo consiglio.
[#16] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, riprendo questo quesito a distanza di tempo per porre una ulteriore domanda riguardo la mia condizione. Premetto che a febbraio di questo anno ho ripetuto l'eletttocardiogramma da sforzo, che e' risultato negativo. Il referto precisa: Negativo in terapia. Assumo infatti 1/4 di atenololo da 50 mg al giorno. Per alcuni mesi sono stato abbastanza bene ma ultimamente ho avuto un periodo di forte stress ed ho iniziato a non stare piu bene, con stanchezza e sensazione di peso al torace. Ho fatto da pochi giorni un elettrocardiogramma di base che e' risultato normale. Vorrei avere un parere su un altro sintomo che avverto da un anno circa: quando sto in piscina avverto una oppressione al torace che mi passa quando mi sollevo in modo che il torace stia fuori dall' acqua. E' molto strano poiche' prima di un anno fa non mi succedeva e, del resto, non ho mai avuto paura dell'acqua poiche' nuoto benino. Come dicevo, ho ripetuto la prova da sforzo quando gia' avevo questa sensazione di oppressione e quindi non so se e' opportuno fare altri esami. Aggiungo che mi pare che questo sintomo e' aumentato rispetto ad un anno fa. In attesa di una cortese risposta, ringrazio infinitamente e porgo cordiali saluti.
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
i sintomi che lei riporta NON sono sospetti per cardiopatia e gli esami negativi che lei h eseguito ne sono la dimostrazione
per ciò che riguarda il disaggio di atenololo che assume posso dirle che è un dosaggio basso per un bambino di 10 anni e quindi ininfluente sul suo esame
se ne faccia una ragione ...lei non è ammalato di cuore
arrivederci
[#18] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, Dottore, per la tempestiva risposta. Vorrei allora domandarle se i sintomi indicati possono essere attribuiti a cause nervose, considerato che sono sempre stato una persona ansiosa. Grazie di nuovo e buona giornata.
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I dolori che le riferisce , pur con i limiti del rapporto telematico, non paiono essere di pertinenza cardiologica.
arrivederci

cecchini
[#20] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, io comunque mi riferivo in particolare alla sensazione di oppressione al torace quando sto in acqua in piscina, che poi mi passa quando mi sollevo in modo che il petto possa stare fuori dall' acqua stessa. Cioe' vorrei domandarle, escludendo eventualmente cause cardiologiche, quali altre cause potrebbero determinare questa sensazione di oppressione in acqua. Forse ansia? La ringrazio per la consueta gentilezza e buona giornata.
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' molto probabile che sia ansia scatenata dalla iperventilazione legata al nuoto.
Arrivederci
[#22] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie di nuovo. Buona serata.
[#23] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, riprendo questo post a distanza di tempo per aggiornare sulla mia condizione. Nei mesi scorsi sono stato abbastanza bene con il cuore, a parte una persistente debolezza alle gambe. Da circa un mese pero' avverto debolezza generale e sensazione di malessere, soprattutto quando faccio una passeggiata a passo veloce di circa 20 minuti. Ho fatto in questi giorni un elettrocardio a riposo che e' risultato negativo. Ieri ho fatto anche un ecocardiogramma che e' risultato simile a quello dell'anno scorso, con una differenza nella frazione di eiezione, che ora e' 67 mentre l'anno scorso era 71. Aggiungo che da un paio di anni la pressione si e' abbassata ed ora e' di 100 su 60 (alcune volte anche 90 su 50). Prendo 1/4 di atenololo da 50 mg. Il cardiologo mi ha prescritto un ecostress dopo avere sospeso atenololo. Vorrei domandare se vi sono altri accertamenti da fare e da cosa puo' dipendere questa debolezza o malessere. In attesa, saluto cordialmente.
[#24] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ne abbiamo
Parlato per 24 post
Se lei non è soddisfatto delle mie tempestive e ripetute risposte è suo diritto chiedere altro
Pareri ad altri brillanti cardiologi qui su Medicitalia.
E con questo
La saluto
[#25] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, mi dispiace per la sua risposta, non intendevo certo essere importuno tanto e' che anche in passato ho sempre apprezzato le sue puntuali e cortesi risposte. Dato che e' intervenuto un fatto nuovo rispetto al passato(diminuzione della pressione e malessere), intendevo solo chiederle se potevano avere una rilevanza cardiologica. La ringrazio anche per la gentilezza avuta in passato.
[#26] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
chieda ad altri cardiologi, qui sul sito, nei quali potra porre piu fiducia
cordialita

cecchini
[#27] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Francamente non capisco la sua polemica! Mi pare che da tutti i miei post si evince proprio l'opposto di quello che lei dice e cioe' che ho sempre apprezzato le sue risposte e non sono andato alla ricerca di pareri di altri cardiologi. Comunque, la ringrazio egualmente.
[#28] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
sono 26 post cbe le dico chd non ha problemi cardilogici.
é chiaro che avendo lei 66 anni andando avatni con i suoi post per altri 30 anni e raggiugngendo quindi l eta di 96 anni potra darsi che lei muoia per cause cardiache.

arrivederci
[#29] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Lei sa essere anche simpatico .....con le sue risposte facete, oltre che essere un bravo medico! Che dire? Prendo atto con piacere del suo parere e la saluto cordialmente. Buona giornata.