Utente 329XXX
Buonasera,
prima di tutto grazie del servizio che offrite.
Ho 31 anni, normopeso.
Tre mesi e mezzo fa mi sono schiacciato due vertebre, L2 e L4.
Sono rimasto a letto un mese e mezzo (eparina a go go), poi col busto.
Da tre mesi soffro di un disturbo strano che non avevo mai avuto.
Premetto che dormo poco e male da 3 mesi; durante la giornata, normalmente a metà giornata, mi sopravviene un senso di stanchezza, astenia, affanno (tipo in sauna quando c'è più vapore che aria), agitazione e calore corporeo (senza febbre) che mi dura qualche ora e normalmente va via verso sera. Mi sento poco o per nulla energico, apatico, senza stimoli a fare nulla. Quando mi capita che sono al lavoro è massacrante perché devo mantenere una produttività (lavoro al pc) e le relazioni con i colleghi nonostante mi senta male e voglia solo stendermi nel letto. Questo peggiora ancora di più le cose perché devo mettere ancora più energia per non lasciar trasparire. Aggiungo che la mia sintomatologia non dipende dallo sforzo fisico; mi capita anche quando non sto facendo nulla. Oltre a questo mi sento qualcosa al livello dello stomaco: ho l'addome retratto sopra l'ombelico ed orizzontalmente da almeno 2 mesi. Sento come se mi premesse sotto la gabbia toracica e mi rende complicata la respirazione. La sensazione è come quella che si sente quando si fa una doccia fredda quando fa caldo (tipo trasalire) o quando si ha mangiato troppo.
A volte sento il cuore nel petto che batte; non è un battito realmente accelerato ma è molto forte e non è il classico bum bum (perdonatemi l'onomatopea) ma fa quasi un fischio. Devo aggiungere che 4 mesi fa, ho cominciato a percepire un dolore intercostale sotto il pettorale sinistro. Il fastidio è andato avanti per giorni fino a che una notte (molto calda) di fine luglio ho avuto il cuore praticamente impazzito. Credevo che mi sarebbe venuto un colpo e sono andato al PS dove dopo un'ECG mi hanno mandato a casa con un antidolorifico per il dolore intercostale (che comunque va e viene a periodi). Infine aggiungo che 5 mesi fa ho avuto una relazione con una ragazza (sebbene protetta) e una settimana dopo il medico mi ha diagnosticato gonococco curato con antibiotici. Sono andato in paranoia terribile per hiv per cui ho fatto 2 test ed ho smesso solo perché l'infettivologo mi ha detto di piantarla (passato comunque periodo finestra passato).
Ho telefonato al dottore qualche giorno fa e mi ha detto che per il momento mi prescrive una gastroscopia (sinceramente non ho capito perché) che spero di fare la prox settimana. Vivo all'estero e rientrerò per le ferie appunto la prossima settimana. Specifico questo perché dove sono fa un gran caldo durante la giornata, quindi quando mi vengono questi "attacchi" sudo parecchio e l'affanno è ancora più pesante.appena tornato farò altre visite e vorrei chiedere ai dottori che leggono quali visite dovrei fare e cosa può causare questa sintomatologia da 3 mesi che, per inciso, non peggiora né migliora.
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non mi sembra che i suoi disturbi possano essere imputati al cuore. Per completezza potrebbe fare un Ecocardiogramma.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Rillo,
ho effettuato un ECG in ospedale e non sono state rilevate anomalie.
A questo punto chiederei a un gastroenterologo o uno pneumologo. E' possibile spostare il consulto in un'altra sezione?
Grazie dottore.
[#3] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Salve,
ad oggi ho effettuato le seguenti visite:

esame sangue generali, urine, urinocoltura, sangue occulto, unico risultato leggero valore basso nel valore della deviazione standard per la percentuale della dimensione dei globuli rossi (non mi ricordo come si chiama il termine).

esami virologici: hiv 1/2, epatiti, monotest, citomegalovirus, malattie mst, unico risultato non negativo è gli anticorpi citomegalovirus (senza virus).

ecografia addominale, solo un angioma di 3 mm sul fegato.

visita pneumologica, spirometria, spirometria sotto sforzo, valori uguali a quelli di 12 anni fa (sono asmatico).

visita cardiologica, ecg, nulla di anomalo.

esami tiroidei (sangue), tutto nella norma.

esofagogastroduodenoscopia: helicobacter negativo ma gastroduodenite cronica.

dermatologia, esame clinico (rossore in viso), solo flush a parere del medico: emotivo.

visita oftalmologica (occhi arrossati): tutto nella norma.

polisonnografia: in attesa del referto.

per ora non so che altro dire. in realtà negli ultimi tempi i sintomi si sono molto ridotti. soprattutto dopo la negatività degli esami virologici. probabilmente era complice un po' di ansia. sono in cura con esomeprazolo e formodual. mi capita di sentire pesantezza addominale, pancia gonfia e mi accorgo di respirare poco dal diaframma e molto dal torace.
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le ho detto di fare un ECOcardiogramma, non un ECG.....
comunque se vuole riformuli la sua domanda in branca diversa dalla cardiologia.
[#5] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera dottore,
Mi scuso per non aver compreso la sua indicazione.
Non vivo in Italia purtroppo e nel paese in cui vivo non è facile accedere agli accertamenti diagnostici. Preparerò una serie di visite (incluso un ecocardiogramma) da fare nel mio prossimo rientro a casa (o in un paese limitrofo).
In ogni caso è passato del tempo dall'ultima risposta e vorrei aggiornarvi che i miei sintomi sono migliorati. Sono in cura con le seguenti medicine (prescritte dai medici):

Esomeprazolo una compressa per die
Formodual una inalazione due volte al giorno
Mutabon una compressa per die
Lexotan cinque gocce due volte al giorno

Permane alcuni giorni la settimana un senso di ostruzione, come se avessi del catarro da espellere non riuscendo però a espellere nulla. In quei momenti (che durano diverse ore) sento come se non avessi abbastanza ossigeno in corpo; le mani risultano calde, secche e un po' arrossate e così anche gli zigomi e guance. Mi sento fiacco e apatico, sonnolente e stanco.
Ho ricevuto il risultato degli esami per la polisonnografia:

"MCRC notturno eseguito con Respironics Alice PDX dalle h. 23.00.25 alle h. 6.58.25 in AA durante sonno: peggio del solito.
Il tempo di sonno presunto (TSP) è stato di min. 478.0.
Criteri di scoring utilizzati AASM 2009
I segnali sono stati esaminati dall'analisi automatica e secondariamente validati manualmente dall'operatore.
- Tempo trascorso in decubito supino (almeno 10%): 306/478
- AHI: 0.4 n/h
- Durata media eventi: 11.2 sec.
- La maggior parte correlati alla posizione corporea supina
- Altri eventi (limitazioni di flusso, ipoventilazione): 0.0 n/h
- RDI: 0.4 n/h
- Russamento: 0 episodi
- ODI: 0.9 n/h
- SpO2 media: 97%
- SpO2 minima: 96%
- % notte trascorsa <90% SpO2: 0.0% per una durata di 0.0 min
- Frequenza cardiaca media: 58.3 bpm
Conclusioni: Eventi respiratori prevalentemente di tipo ostruttivo di grado lieve con AHI: 0.4 e desaturazioni di grado lieve."

Inoltre ho ricevuto il referto per gli esami MST che integrano quelli postati nella risposta precedente (clamidia, sifilide, HPV, Herpes 1/2, gonococco più tutte le colture micotiche più importanti, sia tampone che liquido seminale che urina) tutti negativi.

Quello che volevo chiedere è: l'SpO2 medio a 97% non è un po' bassino?
In più vorrei aggiungere che quella sensazione di ostruzione bronchiale passa dopo uno sforzo fisico prolungato (esercizi o palestra) e così pure la sensazione di mancanza di ossigeno.

Mi scuso se continuo a scrivere nella sezione di cardiologia ma il sito non mi permette di ripostare in un'altra sezione al momento.

Grazie della sua comprensione.