Utente 720XXX
Gent.ssimi Dottori, sono un ragazzo di 40 anni e da qlche mese accuso un disturbo piuttosto fastidioso. Premetto che tutto qsto che vado a descrivere mi accadeva ben prima che arrivassero queste temperature torride.

In particolare la sera (ma mi succede anche durante la giornata, anche al mattino), se rido, discuto o cmq parlo con diciamo enfasi, avverto delle vampate di calore alla testa (senza perdita di concetrazione) ma che mi procurano un gran fastidio. Anche perchè quando qsto succede perdo, anche se per poco tempo, l'equilibrio.

Ho collegato questo disturbo al fatto che dormo 5-6 ore a notte (e nemmeno in modo continuativo) per cui mi ritrovo spesso già al mattino, molto stanco. Quando avverto questi sintomi e riesco a sdraiarmi e dormire, mi passano per poi tornare.

Concludo segnalandovi che:
fumo circa 1 pacchetto di sigarette al gg
bevo circa 4 caffè al gg di cui 2-3 al mattino
ho sofferto in passato di gastrite e di mal di testa
peso 90 Kg e sono alto 1,80

Grazie in anticipo delle vs risposte

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
8% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
Le rispondo come medico (senza che lei tenga conto della specialità) in considerazione dei giorni trascorsi dalla sua richiesta.

Da come lei descrive sembra essere un tipo ipercinetico e forse un pò emotivo (è solo una mia ipotesi).
Ritengo che possa essere utile per lei eseguire una rxgrafia del rachide cervicale (per valutare eventuali artrosi)ed alcune norme igieniche tipo:

fumo circa 1 pacchetto di sigarette al gg (cerchi di ridurre al massimo e preferibilmente smettere)
bevo circa 4 caffè al gg di cui 2-3 al mattino (eviti i caffè a digiuno e se può li riduca)
ho sofferto in passato di gastrite (veda la storia del caffè) e di mal di testa
peso 90 Kg e sono alto 1,80 (forse un pò di moto e una leggera perdita di peso non sarebbe male).
A questo aggiungerei le ore di sonno fondamentali per il recupero delle energie; cerchi le cause della sua insonnia e pensi di più a se stesso ed alla sua salute.