Utente 332XXX
Salve, vorrei chiedere delle informazioni su questo problema che mi tormenta da tempo, ovvero l'eiaculazione precoce, e mi impedisce di avere una vita sessuale/sentimentale decente.
Premetto che il problema si manifesta sia in solitario che con un partner.
Inizialmente non ne soffrivo affatto, al contrario riuscivo ad avere rapporti soddisfacenti e di lunga durata. Ad un certo punto però la durata è diminuita drasticamente e da allora non sono riuscito ad ottenere miglioramenti. Nella situazione attuale, riesco a durare davvero poco, un paio di minuti, non piu. Sento costantemente una sorta di ipersensibilità nel pene, come se fosse infiammato, ma non sono sicuro sia il termine adatto poichè non sento alcun dolore (per un certo periodo, però, dopo l'eiaculazione sentivo delle fitte in quella che credo sia la zona della prostata). Ultima "novità" è che, da qualche settimana, ho notato una sorta di secchezza, mancanza di idratazione.
Ovviamente, essendo un problema che va avanti da molto tempo, avrei dovuto subito fare una visita, ma la verità è che tutto questo mi imbarazza molto..


Spero in una vostra risposta
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'unico modo per accertare di cosa si tratta è eseguire una visita specialistica, infatti dal suo racconto sembrerebbe trattarsi di una eiaculazione precoce di tipo secondario e cioè da prostatite. Si rivolga allo specialista e se poi fosse necessario ci tenga informati.

Un cordiale saluto