Utente 241XXX
Salve,
vorrei chiedere un parere e togliermi un dubbio.
Mio padre, 56anni, ed io, 24 anni, siamo due soggetti allergici. Soffriamo di rinite e allergia alle graminacee in primavera e poi durante il periodo invernale almeno 2 volte in 6mesi ci becchiamo un forte raffreddore e alle volte un po' bronchite. Un po' di debolezza alla alte vie respiratorie.
Siamo entrambi fumatori, io 2/3 sigarette al giorno, lui mezzo sigaro al giorno.
Quest'anno però la bronchite sembra essere più altalenante del solito, 2volte in 4mesi.Il medico parla di bronchite cronica da fumo.
Però ci siamo accorti che nelle nostre camere da letto le pareti dove c'é poi poggiato il letto presentano della muffa.
È possibile che questa volta la muffa, oltre ovviamente le sudate in palestra ed il freddo, sia causa delle ricadute?
Dovremmo far analizzare l'espettorato?
Grazie
Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maria Teresa Gravina
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2014
Carissima Sig.na la muffa può essere responsabile di allergie respiratorie. Dato che Lei menzionava allergia in primavera alle graminacee sarebbe opportuno verificare con prove allergometriche cutanee (prick test) per pollini ed inalanti comprendenti estratti allergenici di micofiti quali ad es. Alternaria, aspergillus ecc. eventuali positività che spiegherebbero il protrarsi della sintomatologia oltre il periodo di pollinazione delle graminacee.