Utente 193XXX
Mi chiamo Paolo ho 39 anni e insieme a mia moglie vorremmo avere un figlio.
Da qualche mese soffro di alcune ricorrenti prostatiti che inizialmente il mio medico di base ha curato con Ciproxin. Ho eseguito PSA (0,44) e spermicoltura (negativa).
Dato il ripetersi del problema mi sono recato da un urologo di fiducia e assai stimato, il quale mi ha riscontrato, al tatto, varicocele sx mentre l'ispezione rettale è risultata regolare. Mi ha quindi prescritto un integratore per la prostata e Agilev 500 gr e consigliandomi di eseguire spermiogramma.
Dopo la fine della terapia ho goduto di un periodo di assenza di fastidi che poi però sono ritornati comunque ho deciso di eseguire comunque lo spermiogramma il quale ha evidenziato una marcata oligospermia (6 milioni di concentrazione e 11 milioni numero totale) mentre il resto (compresa la motilità che è buona (a+b =60)) è tutto nella norma.
A questo punto vorrei sapere quali accorgimenti posso attuare per aumentare il numero degli spermatozoi (intervento per rimuovere varicocele? perdurare nelle cure antibiotiche? oppure eseguire altri esami? recarmi anche da un andrologo?)
Vi ringrazio anticipatamente e porgo i migliori saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,prima di procedere con una terapia,chirurgica o farmacologia che sia,é necessario porre una diagnosi rigorosa.Lo spermiogramma,fortemente deficitario,non offre la possibilità di risalire ad una diagnosi,per cui le consiglierei di consultare un andrologo specialista che valuti il quadro clinico assieme al ginecologo.Che età ha sua moglie?Qual'é la diagnosi ginecologica?Da quanto tempo cerca un figlio?Ha mai eseguito dosaggi ormonali ed un ecocolordoppler scrotale?Ci aggiorni,se ritiene.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la celere risposta.
Mia moglie ha 35 anni e dal punto di vista ginecologico è tutto ok, cerchiamo un figlio da circa 5-6 mesi e negli ultimi tempi abbiamo intensificato i rapporti nei giorni di ovulazione. Non ho mai eseguito ecocolordoppler nè dosaggi ormonali.
Sarebbe consigliabile eseguirli?
L'urologo mi ha consigliato di prendere nuovamente gli antibiotici per 15 gg e l'idiprost per due mesi e rifare poi lo spermiogramma.
Condivide questo modus operandi?
La ringrazio nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…la terapia consigliata non ha alcuna influenza sulla spermatogenesi.Considerando l'età matura di entrambi,credo che una rigorosa diagnosi sia ineludibile,anche se è da poco tempo che cercate un figlio.Infine,se la vita sessuale è costante,non credo serva incrementare strumentalmente i rapporti nei giorni fertili in quanto,spesso,il maschio soffre tale iter.Cordialità.