Utente 729XXX
Salve ho ritirato ieri gli esami del sangue dal quale risultavano fuori parametri la gamma GT a 48 e i mociti anche questi al di sopra della norma da aggiungere il fatto che sono stati effettuati anche gli esami della tiroide i quali hanno evidenzioti volori molti vicini alli soglia di ipotiroidismo che cosa significano questi risultati ? Hanno correlazione tra loro ?so di non essere stata molto esaustiva nella domanda ma purtroppo non ho con me tutto il foglio degli esiti quello che mi interessava sapere soprattutto era se il valore alterato della gamma gt pteva essere causato anche dal fatto che sono un soggetto allergico,ormai da diversianni, e quindi sottoposta sia a vaccini per l'allergia e a antistaminici durante l'anno,ed inoltre ho un morbo del quale non ricordo piu il nome credo giacob o qualcosa di simile, legato alla bilirubina, che fa innalzare il valore di questa nel sangue nel caso in cui non mangio,ed inoltre volevo sapere se l'aumento dei monociti si possa imputare al fatto che dopo un paio di giorni dalle analisi c'è stata la manifestazione di un'otite(definita media dal medico di base),otite che però ha un'insorgenza direi quasi periodica in quanto mi si verifica quasi mensilmente di soffrire dei sintomi tipici dell'otitee di prendere quindi antibiotici e a volte anche cortisone per il gonfiore cosi circa un asettimana poi sembra passato il tutto ma poi dopo qualche tempo ci sono ancora i sintomi cosa ne pensate ??
[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la ‘gamma glutamil transferasi’ (gamma GT) è un enzima presente soprattutto a livello epatico; Il valore aumentato da SOLO non indica patologia; Diverse variabili possono intervenire determinandone un aumento transitorio (es. uso-abuso di alcolici, non avere osservato un adeguato digiuno prima del prelievo, uso di farmaci, etc…).
I monociti sono uno dei cinque tipi di globuli bianchi (monociti, neutrofili, linfociti, eosinofili e basofili ); Percentualmente possono variare dallo 0% al 12% (possibili variabili di laboratorio) della popolazione leucocitaria (Lei non ha trascritto i valori, se volesse farlo le consiglio di trascrivere tutti i valori della formula leucocitaria) e svolgono una azione di difesa (macrofagi) nel contesto del sistema immunitario.
Per quanto riguarda il “morbo del quale non ricorda il nome” è possibile si tratti della ‘Sindrome di Gilbert’. Tale Sindrome determina un aumento della bilirubina indiretta dovuto al deficit ereditario di una proteina; Viene considerata una ‘alterazione’ benigna e non necessita di terapia. Altresì, è importante, riconoscerla al fine di attuare diagnosi differenziale con altre patologie del fegato responsabili di ittero (aumento della bilirubina totale e frazionata).

Spero di esserle stata d’aiuto, ma le consiglio di fare visionare TUTTI gli esami al Suo medico di fiducia che ben conosce il Suo stato clinico (es. otiti ricorrenti) ed avrà modo di visitarla ed indirizzarla, eventualmente, verso approfondimento diagnostico (es. valutazione ecografica tiroide)

Dott.ssa M.M.Morelli