Utente 729XXX
mia madre ha scoperto un anno fa di avere un nodulo a seno dx niente di grave da tenere sottocontrollo,cosi fece.a febbraio iniziò una cura di calcio e vide che tale nodulo era aumentato..fece ecografia e mammografia con pareri discordanti..20 giorni fa l'ago aspirato.. risutato:
carcinoma duttale infiltrantate con stroma linfoide.3grqado sec. Elston-Ellis
progesterone neg 0,1% idem gli estrogeni con Mb1 90% e p53 95%
potrebbe essere stato il calcio?quante probabilità ha di farcela con chemio + INTERVETO???
GRAZIE MILLLE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non e' nota alcuna associazione tra assunzione di calcio ed insorgenza di neoplasia mammaria.
La prognosi dipende da molti elementi tra i quali il piu' importante e' lo stadio che verra' determinato dagli accertamenti da eseguire. Auguri!
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
questo pregiudizio nasce dal fatto che frequentemente i tumori si
rilevano in una mammografia "trasparente" con delle microcalcificazioni che essendo sostenute da deposito di sali di calcio (fosfati, carbonati, ossalati ecc)
sono di facile rilievo soprattutto con la strumentazione moderna.

Inoltre sono stati pubblicati Lavori scientifici controversi che hanno evidenziato che il consumo di prodotti lattiero-caseari e in particolare di formaggio siano da considerare fattori di rischio del carcinoma mammario.

Ma il riferimento di questi studi era fatto a periodi lunghi (trenta anni) di esposizione; nel suo caso si tratta di pochi mesi.

Per il resto ci tenga aggiornati quando sarà in possesso di tutta la stadiazione della malattia .

Cordiali saluti.