Utente 336XXX
Salve mio padre ha 63 anni ed è cardiopatico e diabetico . Si è ricoverato per accertamenti di routine e facendo dei rx del torace hanno trovato un opacità nel polmone destro . Hanno chiesto di fare una tac col contrasto ed hanno diagnosticato un tumore polmonare di 3,8 cm . Hanno eseguito anche una risonanza con contrasto cerebrale ed hanno trovato una metastasi cerebrale e un edema cerebrale . Dopo tutto ciò hanno effettuato una broncoscopia e una biopsia . Dopo vari giorni le risposte sono negative , adesso mi chiedo come fa ad uscire negativo se ha un tumore? Il tumore si troverebbe vicino alla vena cava superiore ed hanno detto che sta in un bruttissimo posto . Le markers tumorali e i globuli rossi escono buoni ed anche l' esame dell' espettorato é tutto apposto . Lui non ha tosse , ne sangue , ne affanno , insomma niente . Ha solo perdita di equilibrio e piccole epilessie . Che ne pensate di ciò . Grazie . Saluti . Aspetto una risposta.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile Utente
Purtroppo in medicina 2+2 non sempre fa 4 e gli esami che si effettuano non sempre danno esiti certi.
Evidentemente il tumore non è raggiungibile tramite semplice broncoscopia e per questo le biopsie sono risultate negative.
Si affidi alla competenza dei colleghi che hanno la possibilità di visitare suo Padre e e di eseguire gli esami più opportuni