Utente 324XXX
Salve a tutti, vi racconto brevemente la mia esperienza.
Ho avuto alcuni episodi di tachicardia forte (150bpm) con vampate di calore senso di stordimento ansia e paura, la tachicardia saliva così da un momento all'altro senza episodi significativi, cosi ho deciso di fare accertamenti.
facendo un eco cardio color doppler sono venuti alla luce i seguenti "problemi"
Lieve prolasso meso-telesistolico del lembo anteriore, velocità di flusso anterogrado nei limiti, piccolo jet da rigurgito. lieve assottigliamento della porzione distale della parete libera del VD, ai limiti della significatività. il resto tutto normale.
Hanno accusato i miei disturbi a semplice stress, ma sto comunque facendo ulteriori controlli (risonanza al cuore ecc).
mettendo un holter hanno riscontrato questa tachicardia sistolica ma non ci sono aritmie o extrasistole.
Il mio quesito è il seguente, sono un soggetto allenato, sempre fatto sport, ballo, pugilato, corsa ecc
da un paio d'anni a questa parte avevo concentrato le mie attenzioni sulla pesistica, la mia domanda è posso continuare a fare sala pesi come ho sempre fatto con questi problemi? devo pormi limitazioni con i pesi? in alcuni periodi dell'anno aumento molto il peso (quindi piu fatica) a seconda delle strategie di allenamento (es periodi di "massa").
oltretutto a volte faccio una lievissima integrazione con un po di creatina e arginina, possono dare problemi?
Grazie per i consigli, aspetto con ansia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il lieve prolasso che lei descrive e' considerato una variante della normalita'.
Non vedo pertanto alcuna controindicazione all'attivita fisica.
Tenga tuttavia che proprio la pesistica e' la peggiore disciplina sportiva per il cuore, anche il piu sano
Inoltre gli "integratori" contenenti creatinina, oltre ad essere inutili, possono essere molto dannosi per il rene.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la pronta risposta dottore.
Quindi lei pensa che questi stati tachicardici e confusionali non dipendano dai miei problemi cardiaci?
Per quanto riguarda la creatina ne prendo in dosi davvero basse e solo in alcuni periodi per darmi un piccolo sostentamento.
Inoltre lei pensa che l'arginina possa darmi problemi in relazione sempre ai suddetti problemi?
Grazie ancora per le risposte
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se l'holter e' negativo come lei dice non vedo motivo di preoccupazione.
La creatina e l'arginina sono inutili, dal momento che nella dieta normale ne ingersice quotidinamente. Se lei aumenta l'ingestione della creatina i suoi reni potrebbero avere problemi.
La creatina e l'arginina fanno pero' sicuramente bene al suo farmacista.
Arrivederci