Utente 336XXX
Buon giorno,
ho un "problema" che non riesco ad individuare in internet riguardanti la particolarità del mio pene che, in stato di riposo tende a ritorcesi su se stesso di almeno 90° verso sinistra.
Da non confondersi con una curvatura dell'asta. per intenderci il Glande rimane nella stessa posizione della base dell'asta, quindi dritto, ma più tosto che mostrarmi la parte alta, lo vedo di sbieco.
Per essere ancora più chiaro faccio un esempio banale: mettiamo il caso che il braccio simuli il pene e la mano sia il Glande; se il braccio è in posizione parallela al pavimento, il palmo nella mano punterebbe verso sinistra di 90 ° circa.
Non mi viene un termine esatto per spiegarlo, ma in inglese potrebbe essere "twisted".

Il problema è molto visibile se il pene è a riposo, e con tanta facilità il Glande può essere "girato" manualmente a 180° (a testa in su); mentre in erezione il problema quasi scompare, più o meno ha un "twist" di 10/15° a destra.

La cosa inizia a preoccuparmi poiché il "problema" é sempre più visibile man mano che "invecchio". Ho 29 anni.

Per aiutare a comprendere il problema: sin dalla nascita il Glande non era coperto completamente, ma non mi è stato diagnosticata alcuna parafimosi in quanto non presento alcuna strozzatura alla base del Glande. Semplicemente è scoperto quasi del tutto se a riposo e completamente in erezione. Frenulo assente, parte inferiore del Glande sempre scoperta, parte alta semicoperta da abbondante pelle.

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
queste rotazioni del glande in genere non sono granchè di patologico, ed invecchiare a 29 anni, perdoni, ma mi pare un tantinello eccessicvo. Si faccia vedere da collega esperto, che sembra più che altro un fenomneno esteico.
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
In effetti l'uso di "invecchio" era appunto virgolettato, nonché sarcastico.

Comunque ringrazio per la celere risposta.

Aggiungo che la rotazione non è solo del grande ma di gran parte dell'asta del pene e questo provoca una fuoriuscita irregolare/strozzata dell'urina, inoltre una perdita più o meno sostanziosa di urina una volta "terminato" l'atto urinario e riposto il pene al suo posto.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dubito che una malrotazione possa generare tutto questo, anzi a dire il vero è la prima volta in 35 anni di più o meno onorata carriera che ne sento parlare: ma mai dire mai in medicina. Utile se le cose stanno stanno così uno studi flusssimetroco e rxgrafico dell' uretra e visita da collega.,