Utente 304XXX
Salve sono veramente stufa non ne posso più questi sintomi mi stanno rendendo la vita impossibile da ormai 7 lunghe settimane mi dia un parere per favore mi sembra di non essere considerata ormai più da nessuno mi sto quasi convincendo di essere impazzita !!
Sono una ragazza di quasi 26 anni mai avuto nulla in vita mia a parte l'acidità di stomaco qualche mal di testa sporadicissimo e qualche dolore mestruale e 4/5 fibroadenomi al seno ...
Premesso ciò arriviamo ad agosto del 2013 quando una sera ero li quasi per addormentarmi quando avverto un dolore alla gamba sinistra pian piano da li non sento più la gamba e poi via via salendo tutto mezzo lato del corpo compresa mezza nuca e mezzo viso vado in guardia medica mi dicono che non possono farmi nulla che se sarebbe continuato dovevo andare in pronto soccorso a fare una eco color doppler di urgenza ... passano un paio di orette e tutto rientra .Ne parlo successivamente al medico di base mi prescrive tac con contrasto la faccio e non si evidenzia nulla e tutto nella norma il mio cervello sta bene.
Da li più nulla poi arriva una notte di gennaio sto li per addormentarmi a pancia in su quando sono svegliata da un tonfo al cuore non mi preoccupo tento di riaddormentarmi lo sto per fare quando all'improvviso il piede sinistro fa un movimento autonomo e mi si gira tutto verso l'interno ed era bloccato cosi non riuscivo a riportarlo in posizione normale dopo circa 15 minuti torna da solo al suo posto ... passa uno o due giorni inizio ad avere dolori tipo muscolari al petto e al braccio sinistro accompagnate da delle fitte al petto giorno e notte non ci bado sarà il freddo penso e sarà che dato che stavo pitturando casa pensavo fosse quello poi un giorno finito di pranzare mi alzo da tavola inizio a sparecchiare e sento dei capogiri capisco che da li a poco sarei svenuta e cosi è stato svengo mi riprendo mi faccio portare al pronto soccorso perchè tra il dolore toracico e lo svenimento mi ero realmente preoccupata fanno un ecg nella norma pressione 100 su 60 viene il cardiologo dice che è tutto apposto però non mi ha visitata a letto solo l'ecg esami del sangue nella norma compresi marcatori cardiaci mi rispediscono a casa . Da li in poi è iniziato il mio calvario ho iniziato a sentire acidità di stomaco bisogno di dover eruttare ogni 5 minuti peso sullo sterno dolore al seno sinistro e al braccio sinistro fitte sotto i seni nodo in gola intorpedimento delle tempie sopratutto sinistra orecchie tappate e vertigini non esco neppure più quasi per paura di finire sotto una macchina ..il mio medico dice che è tutto causato dallo stomaco dal reflusso dall'ernia iatale che ho ma dopo un mese di peptazol e gaviscon sono a niente all'oscultazione hanno rilevato pure delle exstrasistole per questo mi ha prescritto pure un ecg dinamico holter ... Mi aiuti cosa ho da cosa dipendono questi sintomi cosa devo fare ? e questo dolore al petto al braccio sinistro e allo sterno che ho da 7 settimane cos'è?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
É difficile dare una spiegazione a tutti i suoi disturbi e non mi sembra ci possa essere una sindrome che possa interessare, come nel suo caso, tutto il corpo. Relativamente ai disturbi retrosternali, questi si possono spiegare con una sindrome "Gastro-cardiaca", ossia una distensione gastrica che porta a dei riflessi cardiaci tanti da simulare una crisi cardiaca.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio per la celerità della risposta DR Cosentino
quindi cosa crede che possa o debba fare in termini di esami cure affinche possa attenuare almeno i disturbi per ciò che concerne un ipotetica sindrome "Gastro-cardiaca" ?
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non ci sono accertamenti specifici, ma norme alimentari e di stile di vita per ridurre la distensione gastrica:


Mantenere il proprio peso forma, svolgendo regolare attività fisica giornaliera

Non fumare

Limitare l’alcol

Mangiare poco, più volte al giorno, per evitare il sovraccarico dello stomaco: concentrare tutto il cibo in un solo pasto equivale a concentrare il lavoro di una giornata intera in poche ore!

Mangiare lentamente e masticando a lungo per evitare di inghiottire aria che va a distendere lo stomaco. Bisogna anche ricordarsi che la prima digestione avviene in bocca, per cui mangiare in fretta senza masticare bene il cibo comporta un lavoro gastrico più lungo.

Limitare cibi molto speziati e cibi acidi come i pomodori e gli agrumi.

Non mangiare mai fino a sentirsi completamente sazi.

Cercare di mangiare con “tranquillità” e se si è al lavoro, evitare di consumare il pasto velocemente ed in piedi: consumare il pasto con calma, possibilmente seduti, concedendosi almeno 20-30 minuti di relax prima di riprendere il lavoro.

Non indossare indumenti troppo stretti , specie a tavola.

Moderare l’uso di bevande che contengono caffeina (come cioccolata, caffè, tè).

Fare una passeggiata dopo i pasti ed evitare di “sdraiarsi” immediatamente.


Ovviamente sono anche utili farmaci antimeteorici e procinetici.

Cordiali saluti