Utente 340XXX
Salve Dottori. ho 19 anni,volevo chiedervi un parere.Tutto iniziò alla fine di Novembre:mi si gonfiarono i linfonodi del collo e mi sentivo estremamente debole e confuso,fui stressato per ciò ma gli esami del sangue erano regolari.era tutto passato quando verso natale constatai un cambio totale della consistenza dello sperma, mi pareva diminuito di volume ma soprattuto era diventato appiccicoso e estremamente filamentoso,in quei giorni iniziai a sentire fastidio allo scroto,forte fastidio, era rigido e contratto,stringeva i testicoli al corpo.parto 5 giorni in montagna con amici,e il fastidio si acuisce con il freddo intenso che c'era in casa,si aggiungono difficoltà a digerire, brividi ,sensazione di freddo,e mal di schiena(ho una sofferenza in l5 con lieve protusione discale) e ansia,ne parlo alla dotssa e segue eco ai testicoli ( tutto ok), l'ansia cala (xanax) ,ma le feci sono sempre sfaldate e lo sperma uguale a prima .eseguo uno spermiogramma/coltura : i risultati sono :QUANTITà 1,5 PH 7,5COLORE bianco grigiastro COAUGULO presente VISCOSITà normale FLUIDIFICAZIONE normale.NEMASPERMI PE ML 267mil(un po' troppo?)NEMASPERMI TOT401 mil.MOTO PROGR 60% IN SITO 6%IMMOBILI 34%QUALITà MOTO PROGRprogr. veloceFORME NORMALI 39%, ANOMALIE TESTA 22 ANOM.CODA 27 ANOM.TRATTO INTERMEDIO 12 CELLULE TONDE +++ EMAZIE + AGGLUTINATI++ GIUDIZIOnormozoosperma.COLTURA tutto negativo. a me comunque la consistenza e la quantità del liquido mi sembrano strani, in più ho minzioni fequenti e a volte quando vado al faccio pipì a piccoli getti e mi sembra di doverla rifare, tutto ciò sommato a lieve bruciore anale con successive e emorroidi.vado dall'andrologo(conoscente di mia mamma che le aveva già parlato di me , del mio stato ansioso più che altro) , lui mi dice che è tutto ok e che il liquido può cambiare di consistenza, mi palpa e sembra tutto ok, e dice che ho il colon irritabile per il mio stato ansioso.mi tranquillizzo ma me ne succede un'altra: ho un rapporto doloroso dopo un po di tempo di astinenza con la mia ragazza,mal lubrificato,lei prende la pillola,a lei esce un po di sangue e le viene la cistite , a me nulla ma poi mi accorgo il gorno dopo che ho un quasi impercettibile taglietto(simile ad un pieghetta un lieve graffietto ) attaccato al meato uretrale ,in obliquo, il mio glande diventa più sensibile e a volte secco ,irritabile e un po arrossato soprattutto nella zona del meato,infatti ho riscontrato eiaculazione precoce e sensibilità acuta durante i successivi rapporti. se provo ad avere il rapporto più volte mi duole il glande e dopo l'eiaculazione avverto fastidio un pò di bruciore e bisogno di urinare poche gocce alla volta, la dott mi ha dato del Fitostimoline.SO BENE che la mia situazione è alterata dall'ansia ,( ho fatto molte visite , ho stanchezze,formicolii ecc)però volevo chiedervi se potreste togliermi qualche dubbio dal punto di vista urologi,perchè sono piuttosto disperato e non so quale sia la strada giusta. GRAZIE IN ANTICIPO

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non vedo perché debba preoccuparsi per una sintomatologia che,leggendo il post,é vaga e confusa,tralaltro ridimensionata dai medici che ha consultato.Le ricordo solo che i testicoli non producono nemmeno una goccia di sperma,funzione riservata alla prostata ed alle vescicole seminali,bensì unicamente spermatozoi che,nel liquido seminale eseguito,risultano numerosi,mobili e normoconformati.Deboli segnali di infiammazione,vanno valutati anche in relazione al probabile stato infiammatorio della sua partner.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Dottore Grazie mille per la pronta risposta, Volevo approfittare della sua gentilezza solo chiederle altre 2 cose : lessi su un libro di studio che per una concentrazione di nemaspermi maggiore di 200 mL si parla di polioospermia, è vero? Poi volevo chiederle se la diminuzione della quantità eiaculata puó essere legata a questo fattore psicologico di stress e se posso rimediare con una alimentazione "specifica". E poi se il FITOSTIMOLINE che mi ha dato la dottoressa va bene. GRAZIE ANCORA
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…non esiste una terapia per la polizzospermia la quale,a sua volta,non necessariamente,va considerata essere patologica.La terapia consigliata può avere un senso.Cordialità.