Utente 341XXX
Buongiorno cercherò di essere più breve e conciso possibile. Ho 25 anni, sono un architetto, in giovane età e soprattutto in età adolescenziale ho praticato molto sport tra cui circa 10 anni di nuoto a livelli non agonistici ma con allenamenti costanti, a circa 18 anni ho smesso a causa degli impegni scolastici dedicandomi solo al trecking 2 volte a settimana con percorsi anche abbastanza duri e lunghi in montagna, attività che svolgo tuttora. Due mesi fa circa per riacquistare un pò di forma fisica ho ricominciato l'attività di palestra 4 volte a settimana con una seduta cardio di 30 minuti e il resto di attività muscolare varia. Da qualche mese ho deciso di iniziare un pò di controlli medici arretrati da tempo. L'esame del sangue e delle urine hanno evidenziato colesterolo a 240 trigliceridi a 170, è un mese che sto seguendo una dieta abbastanza ferrea e tra qualche giorno rifarò le analisi. Inoltre qualche mese fa ho sofferto per più di una notte di un disturbo: sentivo i battiti irregolari, accellerare o rallentare all'improvviso prima di dormire. Da allora ho iniziato a controllare da solo i battiti e ho scoperto di avere valori costanti di circa 50 battiti al minuto. Premetto che in questo momento mi sento bene fisicamente e non ho problemi ad affrontare la mia seduta cardio quasi ogni sera in palestra, ho notato che ho difficoltà ad iniziare un attività fisica 8accellerazione improvvisa dei battiti) ma una volta iniziata non ho problemi a perseguirla nel tempo. Vorrei sapere se questi valori e questo quadro di sintomi può essere considerato normale o non alla mia età. Caratterialmente sono una persona molto ansiosa e il mio lavoro e prettamente sedentario.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' tutto normale. Si tranquillizzi. E' solo importante ai fini di una adeguata prevenzione in ambito sportivo fare una valutazione cardiologica (che andrebbe fatta in via preliminare) con una visita e ECG, integrata da test da sforzo e ecocardiogramma.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Dott. Rillo la ringrazio della risposta, effettuerò un ECG nelle prossime settimane