Utente 167XXX
Gent.mo dottore, sono un 38enne alto 1,70m, peso 77Kg. Negli anni precedenti ho avuto dei casi di ipercolesterolemia, nel 2010 a seguito dei seguenti valori --> Col.Tot. 246, trigl 101 il medico mi prescrisse delle statine Totalip per un mese. Dopo un mese i valori si erano ridotti (Col Tot. 147 trigl 48). Negli anni a seguire, dopo aver scoperto che le statine non andrebbero mai staccate..., i valori erano sempre sui 210 per il col tot e 140 ldl. Questo mese dopo delle analisi, da me espressamente richieste al medico curante (il quale raramente mi prescrive LDL e HDL!!!) ecco i valori: Marzo 2014 --> COL TOT. 239 mg/dl, LDL 178 mg/dl,TRIGL. 99, HDL 50.
Sono consapevole di aver esagerato con alimenti poco salubri e sedentarietà, peraltro di recente ho incominciato ad accusare dei dolori alle articolazioni coxali (testa femore-fossa acetabolare) e si sospetta una coxartosi bilaterale, quindi correre e/o camminare molto mi diviene doloroso.
Avendo familiarità per dislipidemie (mio padre ha avuto un infarto a seguito di ischemia con stenosi delle coronarie)le chiedo, intanto, se è il caso di assumere statine o se megari posso optare per fitosteroli e/o altro modificando totalmente la dieta.Le chiedo poi un consiglio riguardo al medico competente" per le dislipidemie, è il cardiologo?Il mio medico di famiglia, purtroppo già mi è successo, non vede di buon occhio che io chieda pareri specialistici e quindi mi tocca (come spesso accade) di "prescrivermi" da solo le visite specialistiche, pagandole interamente e con sacrifici, pur avendo l'esenzione totale x reddito.Infine avendo di recente iniziato una cura gastroenterologica (colinex, obivon) nella quale purtroppo devo escludere alimenti "salubri" quali ortaggi, legumi per abbondante meteorismo con coliche, che problemi posso avere nell'affrontare eventuali cure con statine in questa situazione?la ringrazio per eventuale riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Strano comportamento quello del suo medico di famiglia.....Per me lei deve fare terapia ipolipemizzante e con i valori che riporta, nonostante il Torvast che è un'ottima statina, direi che sia il caso di pensare ad una terapia associativa con Ezetimibe + Sinvastatina, anche perché spesso l'abbassamento di colesterolo indotto dalla statina viene "compensato" da un incremento del riassorbimento gastrointestinale che neutralizza gli effetti positivi della sola statina (e quindi l'Ezetimibe che agisce invece sul riassorbimento intestinale bloccandolo dovrebbe dare un contributo importante nell'ottimizzare i valori di colesterolo).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Salve, volevo aggiornarla riguardfo la mia situazione.
Ho mostrato le analisi al medico curante, ricordandogli di avere in famiglia casi di malattie cardiovascolari, e lui mi ha prescritto l'atorvastatina(nello specifico Varstat) 20mg a pranzo(?) e 20 mg a cena, il tutto per un primo mese in modo da valutare, con successive analisi, l'efficacia della cura per poi normalizzarla. Parlando col farmacista, di eventuali interazioni quali pompelmo, alcool e/o altri farmaci (al momento prendo colinox e obimal) lui è rimasto sorpreso dalla prescrizione medica, mi ha detto che in genere le statine vanno prese solo la sera. Ora mi ha fatto venire un dubbio, mi consiglia di rivolgermi ad uno specialista?E se si chi?cardiologo?
La ringrazio per l'eventuale riscontro.
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.re,
ho appena terminato la cura di 20+20 mg die di atorvastatina.
Ho effettuato le analisi riscontrando i seguenti valori:
COL TOT--> 160 mg/dl
LDL --> 79,40 mg/dl
HDL--> 61 mg/dl
TRGLiceridi --> 98 mg/dl

Il mio medico mi dice di aspettare e vedere fra 3 mesi cosa succede, al che le chiedo se è il caso di assumere qualcosa tipo armolipidPlus o equivalenti cosa che il mio medico pensa "inutile" in quanto non è daccordo circa l'efficacia di detti prodotti.Le chiedo infine se nell'eventualità di non assumere nulla posso comunque assumere degli opercoli di omega3. La ringrazio per eventuale riscontro.
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.re, a seguito di un controllo e dopo aver cercato, nei limiti del possibile, di limitarmi con le carni rosse ed i grassi ho purtroppo avuto una brutta sorpresa. Il valori relativi al colesterolo,controllati a settembre e relativamente preoccupanti (secondo il curante) col totale 230, ldl 145, hdl 63, trigl 131.
Ho assunto del armolipid plus a mesi alterni ed ho cercato di limitare (non mangio di fatto) le carni rosse.
Ho effettuato un controllo adesso (aprile 2015) riscontrando Col tot. 252, trigl. 137, ldl 191(!) e hdl 51,1.
Effettivamente ho ridotto in questi mesi le corsette e gli allenamenti col tapis roulant. Adesso il curante mi ha prescritto una cura d'attacco (per un mese) con atorvastatina 20mg 2 volte al giorno (pranzo e cena) in associazione alla cardioaspirina 100mg dopo pranzo. Le chiedo se a 39 anni, avendo in famiglia la predisposizione alle malattie cardiovascolari(mio padre), questa terapia, iniziale, è troppo aggressiva come consigliatomi da un altro specialista (gastroenterologo).
Cosa ne pensa? Grazie per eventuale riscontro.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
mi scuso per non aver risposto prima alle sue domande (forse per un problema di comunicazioni telematiche)....
Resto perplesso per la terapia che le è stata prescritta....
In primis le statine non vanno prescritte bis in die, ma in singola somministrazione serale (e se il dosaggio è insufficiente basta aumentarlo). La scelta sul tipo di statina và fatta in base al paziente e ai valori di colesterolo e nel suo caso personalmente non avrei scelto l'atorvastatina, ma una statina più blanda (come la sinvastatina). E' poco probabile che senza farmaci i valori di colesterolo restino normali (e per questo a mio giudizio ha poco senso fare terapia a tempo)....
Ovviamente oltre ai farmaci deve controllare l'alimentazione e fare attività fisica.
Cordialità
[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.re, dopo un mese di terapia 20+20mg atorvastatina al giorno + 100mg cardioaspirina al giorno (terapia effettuata da aprile 2015 a maggio 2015) ho effettuato le analisi riscontrando i seguenti valori: COL TOT. 90, LDL 45, TRIGL. 55, HDL 45,2.
Ho cambiato medico curante, intanto, ed il nuovo medico mi ha consigliato di interrompere la terapia(a suo dire mal regolata) , visti i valori bassi, ed aspettare un mese per effettuare di nuovo le analisi ed in più il dosaggio CPK. Ebbene dopo la sosta di giugno, nel quale comunque ho seguito una dieta priva di carni rosse, latticini, insaccati, salumi, ho riscontrato i seguenti valori in luglio 2015: COL TOT 221, LDL 157, TRIGL. 173 !, HDL 44,3.
In particolare, oltre al repentino rialzo del colesterolo ed LDL, sono dubbioso per quanto concerne il valore dei trigliceridi che non ho mai avuto oltre i limiti. Certo, la scarsa attività fisica, l'assunzione di caffeina e la sporadica asssunzione di alcool (mai ogni giorno comunque) non so se giustifichino detti valori. Può essere anche dovuto ad uno stato ansioso depressivo?Ripeto non assumo salumi, formaggi, latticini, carni rosse da 4 mesi...
La ringrazio per eventuale riscontro.
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
quanto avevo da consigliarle sul suo caso l'ho già fatto con le precedenti risposte, alle quali vedo non ha dato molta importanza...liberissimo di farlo, anzi sicuramente i colleghi ch la conoscono meglio di noi hanno più probabilità di trattarla adeguatamente... ma a volte l'errore è eclatante ed è inutile che lei continui a porre domande sullo stesso problema se poi i consigli che elargiamo non valgono nulla...è solo una perdita di tempo per lei e per noi.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Mi scuso per averLe fatto perdere del tempo.
Volevo capire quale era "l'errore è eclatante" o i consigli ai quali non avrei dato importanza. Se si riferisce alla mancanza di attività fisica e dieta sbilanciata ha assolutamente ragione, come darle torto, noi pazienti vogliamo tutto e subito con i farmaci senza faticare...
Se invece si riferisce(e non credo) ai consigli relativi alle statine e/o dosaggio, oltre a cambiare medico curante cosa dovevo fare?Mi illumini!
Quando ho espresso i miei dubbi(con educazione) al curante(sulla scorta dei suoi precedenti consigli medici) sono stato insultato...

Ho cambiato medico curante, ho effettuato visita cardiologica e mi sono sentito dire da detti medici che le terapie del mio curante erano ASSURDE, anzi che prescrivere la cardioaspirina senza controlli (quali eco-TSA in primis)non aveva senso. Mi hanno detto loro di sospendere qualsiasi terapia ipolipidemizzante per un mese e ritornare con le analisi. Quindi avendo ricevuto oggi le analisi sono in attesa di un loro consulto per eventuale terapia; il mio dubbio era relativo all'impennata dei valori soli in 30gg perchè sia il nuovo curante che il cardiologo mi avevano assicurato che, continuando la dieta (priva di carni, salumi, latticini, grassi idrogenati...) e almeno 4km al giorno a passo veloce, non ci sarebbero state grandi variazioni.
Non ritengo che i consigli che date qui "non valgano nulla" e mi dispiace aver dato questo sentore, anzi forse è stato UTILISSIMO che lei mi abbia dato questa risposta perchè posso prendere più coscienza riguardo la mia situazione relativa allo stile di vita ed alla dieta.

La ringrazio.


[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi scuso io per aver usato parole che forse sono sembrate un pò forti....spero capirà....noi svolgiamo un servizio gratuito, nel tentativo di rispondere alle esigenze di migliaia di persone, elargendo consigli (e non certo eseguendo visite con relative diagnosi e prescrizioni) e le assicuro che farlo online non è affatto semplice....e a volte ci sembra che le persone non apprezzino questo nostro lavoro, fatto con impegno e che ci costa tanto perchè toglie tempo ad altre attività e anche questo semplice non è, glielo assicuro...
Ma nel suo caso, forse per colpa di limiti telematici, c'è stato sicuramente solo un fraintendimento e, ripeto, me ne scuso.
Mi riferivo alle terapie che le erano state prescritte dal precedente medico di base e lei mi conferma che anche altri colleghi le hanno ritenute assurde....
ma mi sembra di aver compreso che ciononostante ha comunque eseguito la terapia prescritta....
comunque a questo punto se non dovesse in tempi accettabili (direi in 3 mesi) con la sola dieta e con l'attività fisica a controllare i valori del colesterolo (e francamente non credo) passarà ad assumere una statina più blanda come la sinvastatina o un'associazione con l'ezebimide in base all'entità dei valori di LDL (deciderà il cardiologo che la segue).
Si tranquillizzi e se avrà ancora bisogno non esiti a contattarci
Cordialmente