Utente 341XXX
Salve, avrei bisogno di un parere.
In data 14.08.2013 in seguito ad incidente stradale automobilistico ho riportato una frattura pluriframmentaria spiroidale di perone e tibia.
Sono stata sottoposta a riduzione e trazione per 8 giorni.
In seguito sono stata operata e sono state applicate placche e viti.
Ad oggi la frattura non appare ancora consolidata e il referto dell'ultima radiografia effettuata afferma che persiste il difetto di consolidazione e che la frattura al terzo inferiore di perone e tibia appare ancora evidente. in quest'ultima area si nota un incremento dei processi osteoriparativi.
E' normale che nonostante sia passato tutto questo tempo ancora non vi sia callo osseo?
Inoltre in seguito all'intervento ho un piede storto e sono costretta a portare un plantare. Ho inoltre perso tantissima mobilità alla caviglia.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo le fratture biossee di gamba comportano una serie di problematiche sulla strada della guarigione.
I tampi dipendono da molte componenti e, in generale, sono molto lunghi.
Sono certo che lei è seguita da colleghi che le hanno già descritto quanto da me scritto e rassicurata sull'iter che sta seguendo.
Il mio consiglio è quello di affidarsi ai colleghi e di avere ... molta pazienza.
AUguri