Utente 291XXX
Gentilissimi Dottori,
Vi scrivo perché soffro di orticaria e dermografismo da quando avevo 11 anni, ora ne ho 30. Nei primi anni gli episodi pruriginosi erano sporadici e potevo fare a meno degli antistaminici ma quando mi sono trasferita in Italia a 19 anni la situazione è peggiorata e non ho potuto fare a meno degli antistaminici, prima lo Zirtec e poi Xyzal 5mg, 1 compressa al giorno. Le prove allergocutanee hanno dato esito positivo a diversi allergeni per cui non è stato possibile pensare ad una immunoterapia specifica. Gli allergeni a cui risulto più reattiva sono i dermatophagoides 2,50 kUA/I. Ige totali KU/L 246 (questi sono gli esami fatti nel 2004). Nel 2011 ho fatto un'altra visita allergologica e mi hanno consigliato di continuare con il Xyzal, di seguito il risultato degli analisi: Ige totali 79,6, Autoanticorpi anti-tireoglobulina (TG) 10,5, Autoanticorpi anti-tireoperossidassi (TPO) 65,4. Autoanticorpi anti-nucleo (ANA) 8metodo IFI su Hep 2) Negativo. S-TSH Tireotropina 3,16. Per quanto riguarda i parassiti gli esami sono stati sempre negativi tranne più di un anno fa che ho curato l'helicobacter pylori con antibiotici. Per il resto non credo di avere nessun altro problema rilevante. Vorrei aggiungere che in concomitanza con l'allergia cronica ho cominciato ad avere anche problemi di secchezza nella pelle del viso, che ho controllato con una crema specifica (Ictyane) e una saponetta delicata, e sulle unghie che mi si sfaldano sempre. Adesso mi rivolgo a Voi perché da circa 2 settimane l'antistaminico non mi sta facendo più lo stesso effetto. E torna l'incubo del prurito, che mi rende molto nervosa e interferisce con tutto anche con il sonno. Non sono a livelli disperati dato che comunque l'antistaminico qualcosa fa ma ho paura che peggiori la situazione. Non solo, da circa due mesi la pelle del viso mi si secca, si squama, si irrita, adesso ho pure una chiazza rossa/marrone secca. Non so cosa possa aver scatenato questa reazione dopo tanto tempo che ero sotto controllo. L'unica novità e che da circa tre mesi vado in palestra frequentemente, non so se possa in qualche modo incidere. Per quanto riguarda i medici che mi hanno seguito, tutti mi hanno detto che non c'era al momento una soluzione e di andare avanti con l'antistaminico che mi controllava bene il problema. Il fatto di prendere un medicinale per così tanto tempo era già una cosa che mi dispiaceva per gli effetti che potrebbe portare a lungo andare ma effettivamente potevo fare una vita normale senza ricordare di avere l'orticaria. Ma adesso? Cosa mi potete dire secondo la Vostra esperienza? Avete qualche clinica specializzata da consigliarmi?
Grazie mille in anticipo.
[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'orticaria può essere controllata adeguatamente con variazioni terapeutiche: per questo è sufficiente un controllo allergologico o dermatologico anche senza ricorrere a una «clinica specializzata».
Data la presenza di altre lesioni cutanee («la pelle del viso mi si secca, si squama, si irrita», «chiazza rossa/marrone secca») in questo momento il dermatologo sembra lo specialista più appropriato.

L'attività fisica intensa come fattore peggiorativo è anche concepibile, ma non esiste modo di dimostrare che sia così anche nel Suo caso.

Sarebbe anche il caso di effettuare un controllo endocrinologico, se non lo fa da tempo.

Saluti,