Utente 340XXX
Salve dottori sono disperato. Sarò breve e vi metterò al corrente dei miei sintomi.
E' già qualche tempo, parlerei di qualche anno che ho problemi di reflusso, acidità di stomaco, respiro mozzato e affannato, diarrea che torna a ritmi periodici, afte in bocca che tornano a ritmi regolari e stanchezza anche se non persistente. Premetto che sono un tipo molto ansioso e emotivo, e più mi succedono questi sintomi e più mi innervosisco.
Ho letto dei sitnomi della celiachia e mi sono preoccupato molto. Il dottore mi ha detto che il mio è color irritabile e da quello deriva tutto.
Ma a voi sembra normale che ogni volta che mangio e durante alcuni momenti della giornata io debba sentirmi disturbato in questo modo? La cosa che più mii da fastidio è il respiro, a volte mi sembra di soffocare.
Dall'alto della vostra esperienza cosa potrebbe essere il mio problema??? Rispondetemi al piu presto perchè sono disperato...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il suo è prevalentemente un problema di ansia con tratti di ipocondria che vanno ad innescare probabilmente degli attacchi di panico, se il suo curante non può aiutarla, si faccia consigliare da uno psicologo. Non si disperi, ma non perda tempo inutilmente a girare intorno al problema da più tempo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, indubbiamente Lei ha ragione. Ma i disturbi effettivamente ci sono. Ho anche gonfiore alla parte destra a volte. Tutte queste altre cose ci sono. Capisco che il mio è un problema psicologico, ma questyi disturbi a cosa possono essere associati secondo Lei???
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, i problemi che lei ha, sono probabilmente compatibili con una sindrome da colon irritabile, problematica molto condizionata dal suo stato ansioso e per la quale i gastroenterologi possono aiutarla, ma solo se il suo stato di controllo psicologico è buono.
Saluti