Utente 934XXX
Buon giorno e grazie fin da ora delle vostre risposte. Mio marito a marzo ha cominciato ad accusare un dolore al polso e al dito della mano sinistra il medico ha diagnosticato una tendinite i raggi non hanno mostrato nulla cosi si è rivolto al'ortopedico che gli ha consigliato un guanto rigido e di fare laser terapia,ha cominciato le sedute e hanno subito fatto effetto ma poi si sono fermati perché il dolore era attenuato ma c'era sempre cosi il medico gli ha consigliato una risonanza perche secondo lui la tendinite centrava poco questo è il risutato.
Non si mettono in evidenza lesioni dei capi ossei del polso o raccolte fluide intrarticolari. Di normale ampiezza il tunnel carpale. Piccola borsite del tendine abduttore del pollice, il compartimento radiale del polso è sede di minimo ispessimento edematoso dei tessuti molli sottocutanei. Bene rappresentata la fibro-cartilagine dell'ulna. Ora abbiamo capito che è una borsite come dovremo procedere a chi rivolgersi e che terapie usare. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

molto probabilmente suo marito soffre di una comunissima malattia di De quervain (era sufficiente una visita da parte di uno specialista per formulare la diagnosi).

Se le terapie fisiche non risolvono il problema (laser, ultrasuoni, tecar, ecc.), premesso che possono essere ripetute, si può passare alla infiltrazione locale di cortisone.

Se la malattia non risponde (le forme croniche in genere non si risolvono o tendono a recidivare), occorre operare.

Buon pomeriggio.