Utente 353XXX
Gentili dottori
Mi rivolgo a voi poichè sono molto ansioso di capire meglio la causa di ciò che mi rende un po nervoso e agitato.
Premetto che cercherò di usare un linguaggio il più possibilmente adatto e consono a questo sito cercando però di dire tutto.
Da qualche mese ho notato di avere un problema, non riesco a capire se solo di tipo psicologico, con l'erezione: una volta che fermo la stimolazione fisica generalmente tendo a perdere l'erezione.
Ho 19 anni e sono fidanzato con una bella ragazza con la quale ho rapporti completi, tuttavia NON SEMPRE questo mi risulta facile e possibile come qualche mese fa proprio perchè il pene dopo i preliminari tende a perdere rigidità se non inizio la penetrazione a distanza di pochi secondi (5-10 secondi). La cosa negativa è che da quando ho notato questa cosa mi succede anche da solo durante la masturbazione
Questo mi limita tanto perchè oltre a crearmi ansia facendomi fare domande a me stesso come "Questa volta riuscirò?", non vivo più l'atto sessuale con tranquillità come prima.
ANDAI DA UN ANDROLOGO dopo aver notato questa difficoltà mai scontrata, col timore cercando un po su internet di aver lesionato qualcosa, tipo i corpi cavernosi.
Mi fece una ecografia e una palpazione al pene e testicoli non riscontrando nulla. Mi diede del cialis per sbloccarmi (il farmaco funzionò ma non mi ha tutt'ora risolto la situazione, ovvero quando ho smesso di prenderlo ho riniziato a avere problemi di quel tipo.)

Ultimamente ho notato che quando riesco a avere rapporti completi il giorno dopo il pene raggiunge un erezione piena e costante, così come in altri giorni. Purtroppo però è sempre un punto interrogativo.
Inoltre ho notato che da sdraiato o seduto l'erezione sembra più facile da ottenere e mantenere mentre da alzato molto più difficile, o impossibile poichè quando mi alzo la perdo sempre o quasi.

- Pratico sovente la masturbazione (una volta al giorno quasi tutti i giorni) oltre ai rapporti con la mia partner. Non faccio sport ma sono magro e abbastanza atletico.
Bevo 1 volta alla settimana un cocktail o due. Non fumo. Curvatura peninea leggermente a sinistra

Secondo voi cosa può essere? La masturbazione potrebbe essere la causa di un erezeione più debole durante i rapporti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci scrive ci suggerisce una importante componente psicologica nello scatenare il suo problema sessuale.

Oltre alla valutazione andrologica, già fatta, che sembra tranquillizzante ora potrebbe essere utile anche una attenta valutazione con un esperto psicologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
Mi associo al dr. Beretta ed anche io, escluse - come ha già fatto- le cause organiche dovrà analizzare quelle psichiche correlate al d.e.

Il non avere nulla di organico, non equivale a dire di non avere nulla di psichico, affatto.
Le cause " altre" correlate al disagio sessuologico e per di più giovanile, sono tante, da necessitare una accolto attento e competente

Per di più il corpo ha una " memoria corporea disfunzionale", cioè ha inciso a fuoco quello che ha già sperimentato e se questo circolo vizioso non verrà decondizionato, verrà riproposto


Le allego delle letture sul d.e.




http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-

[#3] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottori delle risposte!
Vi volevo chiedere un ultima cosa: come ho gia detto ho 19 anni e non lavoro perchè sono all'ultimo anno scolastico quindi andare da uno psicologo vorrebbe dire parlarne coi mie genitori come avevo fatto tempo fa per potere andare dall'andrologo.
POSSIBILMENTE vorrei evitare di ri-parlarne con i miei perchè vorrei immischiare meno persone possibili in questa storia e mi chiedevo se esistessero degli psicologi gratis? Ipotizzo verso i consultori ma potreste dirmi se effettivamente è così e come funzionano?
Seconda e ultima domanda: quindi la posizione in cui sono non può avere nessuna ripercussione sull'erezione? (seduto; sdraiato; in piedi)

P.s. Ieri sono riuscito ad avere un rapporto completo senza nessun calo quindi davvero non capisco perchè certe volte debba andarmi male a 19 anni.


(SE VI INTERESSA tutto è inziato dopo il primo fallimento sotto le lenzuola poichè avevo in casa mia madre e ero più concentrato sul non farci sentire che su quello che facevo.. tutta via fu un duro colpo al mio morale creandomi un improvvisa insicurezza mai affrontata prima in quel campo e un lungo periodo di automonitoraggio che non penso abbia fatto molto bene, pur avendo un pene di buon/ottime dimensioni)

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche le ulteriori informazioni che ci fornisce fanno pensare ad un importante fattore psicologico come punto di partenza del suo problema sessuale.

Detto questo poi esistono, a livello consultoriale e sul territorio nazionale, Servizi di psicologia convenzionati con il SSN.

Ulteriori informazioni comunque solo il suo medico di famiglia, che meglio di noi conosce le strutture che operano in questo senso e che sono vicine alla sua residenza, gliele può dare.

Ancora un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora della risposta, attenderò però qualche settimana per vedere se riesco a sbloccarmi senza dover andare in contro a procedimenti più lunghi.. nel caso la situazione rimanesse sempre così saprò che fare dopo i consigli preziosi che mi avete dato.
Avrei solo un ultima domanda che mi è venuta quest'oggi e poi vi prometto che non ne faccio più. La circolazione può centrare? Cioè sto pensando a una cosa totalmente senza senso o potrebbe essere una cosa di cui parlarne con voi o il mio medico? So che voi giustamente non date risposte troppo precise perchè non si può dare una cosa per certa da un computer ma mi interesserebbe il vostro parere su quanto chiesto.

Ringrazio anticipatamente e vi auguro un buon fine settimana!
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questa informazione la può trovare negl’articoli già indicati e sempre pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184/quando-l-erezione-e-d ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.