Utente 241XXX
Gent.mi Dottori, scrivo per mio padre che ha 79 anni e dal 95 gli è stato diagnosticato un aneurisma dell'aorta toracica, oggi tramite tac hanno visto che la misura è di 65 mm mentre la precedente risalente a meno di un anno fa era max 61 mm, tempo fa abbiamo fatto un consulto in emodinamica ma il dottore ha sconsigliato l'intervento. ora mio padre è preoccupato dato questa variazione di millimetri. Chiedo cortesemente un parere in merito, grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Il curante ha preso la decisione di non trattare un aneurisma dell aorta toracica (ascendente?), sulla base delle condizioni cliniche e delle immagini TAC.

Le dimensioni che riferisce (se riferite alla aorta ascendente), oltre all aumento di dimensioni negli ultimi 6 mesi sono tali, in assenza di altre copatologie che controindichino, da permettere di porre indicazione al trattamento chirurgico.

GI
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dottore, la ringrazio per la sua gentile risposta, non è stato il curante ma un altro medico a sconsigliare l'intervento a mio padre, la distanza degli esami è di circa un anno uno con l'altro, mio padre avrebbe voluto fare l'intervento che si mette una copertura parsenza aprire il torace, credo si faccia in emodinamica (ora io non so esattamente) , mio padre come altre patologie ha dal 1995 la fibrillazione atriale, ipertensione e gli è stata asportata la prostata. Non ha altro, mi faccia sapere la strada giusta da seguire, grazi infinite. Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Mi riporti in modo preciso il referto della TAC effettuata, in maniera da poterla indirizzare nel modo migliore possibile.

GI
[#4] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dottore,la rngrazio infnitamente, domani le scrivo il tutto. grazie
Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Gent.Le Dottore, le riporto quanto scritto nell'ultima tac, Aorta ascendente notevolmente dilatatacon diametro max di 65 mm. non formazioni espansive mediastiniche primitive o secondarie. non lesioni a focolaio in atto al parenchima polmonare bilateralmente.non segni di versamento pleurico. (settembre 2014)

questo è stato fatto da una tac presso un laboratorio privato, la tac dello scorso anno (settembre 2013 ,della quale non ho con me il referto preciso diceva dilatazione dell'aorta ascendente max 61 mm)

grazie aspetto una sua attesissima risposta.
(p.s. posso anche inviarle copia dei cd)
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Le dimensioni dell'aorta sono considerevoli, esiste un significativo rischio di rottura anche in considerazione dell' incremento nell'ultimo anno.
In assenza di grosse copatologie, vita attiva e condizioni generali discrete, in accordo con il paziente consiglierei l'intervento chirurgico. Purtroppo l'aorta ascendente, al contrario dell'addominale o della discendente, può essere trattata solo con l'apertura del torace.
Consulti un cardiochirurgo, che possa visitare e parlare con il paziente, esponendo rischi (ragionevolmente affrontabili) e benefici (significativi sul'aspettativa di vita).

GI

iaci.giuseppe@hsr.it

[#7] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore, per la risposta, ovviamente io preferirei evitare l'intervento dato l'età di mio padre e le varie patologie, e mi sono ricordata che tempo fa alcuni medici del policlinico da bari dissero che era un'aorta calcificata, dato che ho visto la sua email, preferirei contattarla direttamente per eventualmente inviarle la precedente documentazione in modo tale da agire in modo più preciso possibile , spero possa essere fattibile questa cosa, grazie
cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Nessun problema.
Mi contatti via mail.
La presenza di severe calcificazioni della parete aortica rendono impossibile il trattamento chirurgico. E' necessario valutare la fattibilità con le immagini TAC.

GI
[#9] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dottore, le sto inviando l'email, grazie
cordiali saluti