Utente 308XXX
Buongiorno, ho 34 anni, 1,91m per 79kg, in passato ho effettuato diverse ecografie colordoppler al cuore (2008-2011) che non hanno evidenziato nessun reperto patologico a parte un minimo prolasso della mitrale di nullo interessa a detta dei medici. Elettrocardiogramma ed holter fatti non hanno avuto particolari riscontri medici a detta del mio cardiologo anche se mi avevano trovato frequenti extrasistoli ventricolari nel 2011 isolate e monomorfe senza nessun episodio di tachicardia ventricolare anche mentre correvo con l'holter (sotto sforzo diminuivano). Ero molto ansioso all'epoca. Poi le extrasistoli che avvertivo a riposo e per cui avevo fatto i controlli sono sparite o almeno ne avverto qualcuna ogni tanto (4-5 a settimana) mentre prima era un continuo a riposo. Ora volevo chiedere un consiglio visto che tendo ad essere ansioso sul cuore e vorrei evitare di preoccuparmi per nulla: mi è capitato due volte negli ultimi mesi circa un'ora dopo cena di avere un episodio di tachicardia (di circa 133 battiti il secondo) della durata di qualche minuto. Nel primo caso ero seduto sul divano, avevo bevuto anche un pò di coca-cola a cena, e mi è parso di sentire una extrasistole più lunga, mi sono spaventato ed alzato in piedi con la tachicardia. Battito accelerato ma regolare e nessun altro sintomo a parte un pò di tremori muscolari e testa leggera in seguito penso per la paura. Tutto finito in pochi minuti il battito è andato a scalare alla normalità. Nel secondo caso vado a dormire ma avverto con fastidio il mio battito, dopo un pò mi alzo e solo lì mi pare di avvertire il battito che accelera per tornare normale in pochi minuti. Anche qui poi qualche tremore, torno a letto e poi mi addormento. C'è da preoccuparsi per voi? Avrei potuto capire se fosse stata tachicardia ventricolare? Può essere la digestione, mi sembrava di sentire un pò di acidità allo sterno da coricato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
lei riporta che circa 3 anni fà ha fatto delle indagini cardiologiche risultate negative e che all'epoca era molto ansioso....personalmente mi sembra che ansioso lo sia ancor oggi. Mi sento di tranquillizzarla perchè non c'è nulla di patologico in quello che descrive. Non pensi alle tachiardie ventricolari che non ha, ma non sottovaluti l'ansia e se dovesse continuare ricorra all'aiuto di uno psicologo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto per la sua risposta dottore, infatti il cardiologo mi disse per due visite successive di non preoccuparmi. Al tempo sono andato da una psicologa per alcuni episodi di attacco di panico, che grazie all'aiuto del training autogeno che pratico regolarmente, non si sono poi più verificati. Tutto questo ha però accentuato probabilmente una mia inclinazione ipocondriaca per cui tendo ad anticipare il peggio senza ragione. Proprio per quello ho voluto chiedere un parere esperto evitando però "inutili" esami anti ansie. Le chiedo un'ultima informazione: è possibile che in due holter diversi si passi da 6bpv (2009) a 3000bpv (2011) che avvertivo spesso nelle 24 ore e poi ad ora in cui non sento quasi mai extrasistoli solo a causa dell'ansia visto che da 3 eco fatte non si è mai trovato nulla? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, è possibile....si tranquillizzi pure.
Saluti cordiali
[#4] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto è stato davvero gentile. Buona giornata.