Utente 188XXX
Salve a tutti,
Vorrei descrivervi il mio problema e vorrei farlo non per trovare una soluzione definitiva, in quanto sarebbe difficile considerato il modo in cui avviene, ma solo per ricevere dei consigli da esperti.
HO 26 anni e da circa 10 mesi ho iniziato a notare che le mie erezioni non erano come prima, nel senso che perdevo la rigidità più facilmente. In più non avevo erezioni spontanee da tempo, durante la giornata. Comunque non ho avuto mai dei problemi durante il rapporto, a parte qualche caso isolato attribuito all'ansia, fino a quando mi è capitato due volte consecutive con la stessa ragazza di non riuscire ad avere un rapporto.
da li in poi ho iniziato ad avere il timore che ci fossero dei problemi anche perchè notavo che il mio pene perdeva la rigidità anche durante la masturbazione, dopo pochi secondi quando mi fermavo anche se ero eccitato. A volte mi capitava di non riuscirmi neanche a masturbare perche mancanza appunto di rigidità.
Ovviamente ero impaurito e ho consultato un andrologo che mi ha prescritto per due mesi cialis 5mg. Secondo lui era un problema di ansia e che assumendo cialis avrei riacquistato la fiducia in me stesso, in quanto sono un tipo abbastanza ansioso. Però Ho avuto la impressione che lui si fosse fatta questa idea ancora prima che aprissi bocca, dicendomi che per un ragazzo di 26 anni non ci sono motivi per dei problemi fisici.
Dopo due mesi di cialis la situazione è migliorato un poco ma ora dopo un mese dall'interruzione dell'assunzione del farmaco la situazione sembra essere tornata come prima.
Posso notare che alcune mattine non ho erezione. Delle volte anche se sono eccitato non ho erezione e per procurarmene una ho bisogno della stimolazione manuale.A volte riesco a eccitarmi senza questa ma la perdo subito.
La cosa strana che ho notato che ci sono periodi in cui mi sento meglio e che tutto è nella normalità ma non durano tanto.
Ovviamente questo mi procura uno stato di ansia e non ho avuto rapporti dopo aver smesso di prendere il cialis, procurandomi anche un leggero calo del desiderio.
Io volevo solo qualche consiglio sulla problematica per affrontare meglio il discorso nel corso di un possibile altro consulto con un andrologo.
Io mi domandavo che se veramente è un problema di ansia, tutti questi problemi dovrebbero verificarsi solo nel momento di un rapporto. Invece anche quando sono solo riscontro questi tipi di difficoltà.
Io vi ringrazio anticipatamente e spero possiate aiutarmi magari solo informandomi e dandomi il vostro parere da esperti nel campo.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non ci offre informazioni circa gli esami diagnostici che,credo,abbia eseguito.Ritorni dall'andrologo di riferimento e lo aggiorni in merito alla sintomatologia attuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore per la sua celere risposta,
Io non ho eseguito nessun esame diagnostico. La sola cosa che ho fatto è stata una breve chiacchierata prima che l'andrologo mi prescrivesse le costose pillole.
Per questo che mi sono rivolto a voi, per meglio affrontare un ulteriore consulto medico.
Come dicevo volevo sapere se l'ansia (problema che l'andrologo ha identificato come causa di questi problemi) potesse influire negativamente anche al di fuori dei rapporti o se piuttosto le cause potrebbero essere altre.
Premetto che faccio una vita normale, non fumo e bevo ogni tanto quando esco con amici, peso forma e normalmente faccio attività fisica e seguo una corretta alimentazione.
Le potrei fornire qualsiasi informazione ma non so cosa potrei dirle.
La ringrazio davvero per la sua risposta
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...esegua i dosaggi ormonali di FSH,LH,PROLATTINA,TESTOSTERONE TOTALE,17 BETA ESTRADIOLO.L'ansia caratterizza sempre la disfunzione erettile ma un andrologo dedicai non può fermarsi alla sempliceconstatazione della stessa.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore,
se non le dispiace le riporterò i risultati una volta eseguite le analisi
Mi è stato molto di aiuto
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...siamo qui.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dottore
come le avevo detto vorrei riportarle in seguito i risultati delle analisi
Premetto che ho già fissato un consulto presso un andrologo.

FSH: 1,2 UI/I 1-20 UI/I

LH: 5 UI/I 1,2-6,6 UI/I

PROLATTINA: 8 ng/ml 3-13 ng/ml

TESTOSTERONE TOTALE 5,27 ng/ml 1,75-7,81 ng/ml
18,29 nmol/l 6,07- 27,10 nmol/l

17 BETA ESTRADIOLO 17 pg/ml <47 pg/ml

I valori sembrano essere tutti nella norma a parte il FSH un poco al limite.
Le sarei grato di leggere il suo parere e anche quello dei suoi colleghi se lo vorranno.

Inoltre volevo ringraziarvi per il lavoro che fate che magari anche se si tratta di pareri e opinioni significa molto per me e credo anche per tutti gli utenti.

Un cordiale saluto
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
..a questo punto,eseguirei,con il placet delll'andrologo di riferimento,un ecocolordoppler penieno.Cordialità.
[#8] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore.
Le farò sapere la decisione presa dallo specialista