Utente 164XXX
Gentili medici,
è da circa un mese e mezzo che ad entrambi i palmi delle mani e le piante dei piedi la pelle è diventata più dura e secca, quando stringo le mani la pelle mi pizzica, ho provato a mettere un sacco di creme e oli naturali, fare impacchi la notte con i guanti ma niente. Se apro al massimo la mano si vedono tutte le linee che diventano rosse e la pelle del palmo e delle dita che diventa bianca. Sulle dita ho tante rughe come se fossero stati in acqua, linne verticali e anche orrizzontali... i piedi invece sono con talloni e metatarso induriti e sul atallone tendo a fare ragadi (senza sangue).
La mia paura è che sia una malattia sistemica come la sclerodermia, perchè ho gli ANA positivi (1:20 1:80 pattern finemente punteggiato) e gli AMA positivi (presenza), per questo sono in follow up da un gastroenterologo e finora gli esami vanno bene. Il fatto che a volte le malattie autoimmuni (che comunque finora io non ho) si accompagnano in coppia ho paura per la sclerodermia.
Premetto che non ho il Fenomeno di Raynaud, anche se metto le mani nell'acqua fredda o dentro il congelatore non diventano bianche/blu/rosse. Al massimo se tengo in mano del ghiaccio o qualcosa di congelato,quando lo lascio, nel punto dove lo tenevo la pelle è bianca ma poi diventa rosa e basta.
Oltre a questo non ho dolori, pruriti, e gli esami del sangue vanno bene (TSH compresa).
Ho prenotato una visita dal dermatologo tra 20 gg. fino ad allora continuerò a spalmarmi idratanti. Volevo solo avere un po' di tranquillità riguardo la sclerodermia.

P.s.
Se tengo le mani in acqua per un po' non tirano più e le righe sulle dita si vedono molto meno...

Grazie anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo,
La descrizione che fa del suo caso non mi pare assolutamente correlabile con una sclerodermia.
Ovviamente vanno valutate altre dermatosi cronica delle mani benigne che spaziano da situazioni dermatitiche a situazioni psoriasiche a molto altro.
La saluto caramente.
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dott. Laino, La ringrazio per la sua risposta.
Mi ero dimenticata inoltre di dirLe che nel 2011 e nel 2012 avevo fatto gli esami specifici per le malattie autoimmuni (a causa di questa positivià ANA) e a parte gli AMA positivi, tutto era risultato negativo (anche quelli specifici per la sclerodermia Anti Sc70, Anti centromero, anti topoisomerasi, anti DNA nativo, anti istoni e molti altri), credevo che fosse il caso di ripeterli per il rischio di sclerodermia ma a quanto Lei mi dice posso essere più serena riguardo a tale patologia.
Essendo mamma, moglie e massaia (nel senso più ampio del termine) uso moltissimo le mani, sono spesso in acqua, impasto, pulisco con detergenti e a volte senza guanti (lo so, è un errore), la mia curiosità era legata al perchè anche i piedi hanno avuto questo cambiamento, ci sono forme di dermatite che colpiscono entrambi simultaneamente?Sono curabili?
Grazie e scusi il mio dilugarmi ad oltranza.
Buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
I piedi non rientrano nelle dermatiti detritive da detersivi..
Quindi ribadisco il concetto di aggiornare la visita dermatologica!
[#4] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dott. Laino,
ho da poco fatto la visita dermatologica per quanto riguarda la mia situazione di mani e piedi secchi e induriti. La dermatologa, mi ha detto che sarà una condizione quasi sicuramente permanente (immagini il mio sconforto), ha prelevato un campione della pelle dei miei talloni per fare l'esame istologico per vedere se ci sono miceti, mi ha prescritto i seguenti esami del sangue:
-immunofissazione sierica
-IgE totali
-AAc.antTransIgA NTR2
-AAc.antTransIgG NTR2
-D2 D.farinae
-IgA sieriche
-IgG sieriche
-IgM sieriche
poi mi ha dato momentaneamente due creme una per i piedi e una per le mani per ammorbidire la pelle.
Allora, sarà che sono un po' impaziente, sarà che mi sono rotta di avere queste mani "croccanti", a me ste creme sembrano non far niente, forse quella dei piedi che contiene il 30% di urea fa un po' qualcosa ma l'altra è acqua fresca (Ureadin Manos ISDN).
Tolgono la secchezza e la squamosità ma la mattina o la sera sento ancora le mani con la pelle dura e spessa, quando mi tocco i capelli, non ho più quella sensibilità delicata che mi permetteva di sentire ogni singolo capello...ora aspetto gli esami del sangue per poi farglieli visionare alla dottoressa ma sinceramente sono un po' sconfortata, è veramente verosimile il quadro che mi ha prospettato la dermatologa? Starò così per sempre?
Non voglio essere lamentosa, so benissimo che al mondo c'è di peggio, MOLTO peggio, rispetto a questo, ma pensi al fatto che io le mani le uso tantissimo (per cucinare, decorare torte incredibili, dipingere, cucire e cosa più importante, accarezzare i miei bambini) mi sento diversa in questo momento.
Scusi lo sfogo e grazie in anticipo per la Sua risposta.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi di attendere l'esito degli esami e delle analisi e comporre un quadro diagnostico preciso ed accurato cui sicuramente dipartirà una terapia Utile. Ancora carissimi saluti
[#6] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dott. Laino. Volevo farle un ultima domanda, siccome sono un po' in ansia per questi esami mi chiedevo il motivo per cui la dermatologa mi abbia fatto fare l'immunofissazione sierica, ho guardato su internet e mi sono messa un po' di paura...io a gennaio ho fatto l'elettroforesi delle proteine plasmatiche (nel quadro del mio follow up per AMA positivi con la mia gastroenterologa), le riporto i valori:
S- PROTEINE TOTALI 84,5 g/L (rif. 60.0-80.0)
Rapporto ALBUMINA/GLOBULINE 1.33 (rif. 0.99-1.76)
ZONA ALBUMINICA 57% (rif.50.00-64.00)
ZONA ALFA 1 3.90% (rif. 2.90-4.90)
ZONA ALFA 2 9.90% (rif. 7.50-12.00)
ZONA BETA1 6.70% (rif. 4.70-7.20)
ZONA GAMMA 17.60% (rif. 10.00-17.70)
Commento: Tracciato elettroforetico nei limiti della norma;assenza di anomalie qualitative.
S-IgG 13.90 g/L (rif. 7.00-16.00)
S-IgA 2.41 g/L (rif. 0.70-4.00)
S-IgM 2.11 g/L (rif. 0.40-2.38)

Mi rendo conto che Lei non è ematologo ma mi chiedevo se con questo quadro io possa andare in contro a problemi di salute (anche seri), sono molto in ansia. Mi rendo conto che in un anno gli esami possono cambiare oltretutto ora li ho fatti i un altra struttura, ma posso stare tranquilla?
Grazie e scusi ancora.
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sono esami dissimili fra loro: quindi attendiamo l'esito di quello dermatologico.
Cari saluti.
[#8] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Cosa intende per dissimili? Cioè l'immunofissazione sierica e l'elettroforesi delle proteine plasmatiche sono due esami distinti? ma non vanno a cercare la stessa cosa?
E perchè la mia dermatologa mi ha fatto fare l'immunofissazione? Cosa si scopre con quella? In senso dermatologico?
Grazie ancora.
Un caro saluto.
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Mi riferivo all'esame istologico: la cosa per me più importante nel contesto.
Saluti
[#10] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore.
Buona sera.
[#11] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
A lei. Saluti
[#12] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dott. Laino,
ho da poco ritirato gli esami del sangue che ho fatto visionare alla mia dermatologa, vanno tutti bene tranne le IgE che sono alti (IgE totali 432 KU/L riferim. 0-200), e anche gli esami specifici per acaro della polvere (Dermatophagoides farinae 26.70 KU/L riferim. 0.00-0.10), l'istologico del tallone del piede arriverà a metà gennaio, ora come ora la dottoressa ha concluso che il mio è un quadro allergico, quindi quello che ho alle mani e piedi è la causa della mia allergia agli acari, che non si può fare niente a riguardo, solo mettere creme idratanti e integratori.
Si immagini il mio sconforto.
Le scrivo la diagnosi:
Paziente visitata il 4/12/14, per ipercheratosi palmo plantare ittiosi like.ESAMI EMATOCHIMICI: IGE aumentate, allergia marcata agli acari delle polveri.L'allergia alle poveri si riscontra in questi quadri di Eczema, caratteriizzati da estrema secchezza. Per ovvi motivi l'allergia non è risolvibile in quanto l'allergene è ubiquitario. Si rilascia scheda informativa, di utilità se non altro per ridurre l'impatto con la polvere nell'ambiente domestico.
Come già spiegato la secchezza è un TARGET dell'atopico e dell'ittiosico, di conseguenza il quadro è migliorabile ma non risolvibile.
Per correggere la secchezza REV US30GEL, assumere TOPIALYSE CPS, tre cps al dì durante i pasti,per tre mesi di primavera e in autunno.
Allora premesso, con tutto il rispetto,che con la fotocopietta di pubblicità di tutti i prodotti antiacaro venduti per corrispondenza (federe, copricuscini, aspirapolveri) mi ci soffio il naso. Parlando col farmacista ha detto che le compresse sono integratori e il gel è roba cosmetica...io a che santo devo votarmi per farmi passare queste mani dure come il cemento? Passino i piedi, pazienza, ma le mani se le stringo a pugno mi si formano ferite agli angoli delle falangi, non sono più secche e squamate ma comunque dure, fa fatica ad attaccarsi il sapone liquido quando mi lavo le mani, non riesco ad avere la sensibilità per fare una carezza a mia figlia e sentire quanto è morbida o i capelli folti che ha, tutto è attutito da questi palmi di cuoio.Come se avessi un rivestimento duro dai polpastrelli al palmo. Mi scivolano le cose dalle mani perchè sono asciutte. Le mie mani NON sudano più.
Mi sono scervellata pensando fosse sclerodermia,ma non ho un sintomo (grazie a Dio) correlabile, non ho mani fredde, blu, cianotiche, non mi si sono assotigliate le dita, le mani non sembrano di "cera", Raynaud zero, dolori nemmeno. E ripeto grazie a Dio. Ma allora che cos'è?
Io ci credo poco all'allergia, anche da piccola ero allergica e mi prendeva le vie respiratorie, non la pelle. Poi in tutta onestà la dottoressa non mi ha tastato e palpato le mani, le ha più guardate e si è concentrata sui piedi. Non voglio dire che la dermatologa non sia brava, anzi, conosco persone salvate da lei da melanomi certi, e persone a cui lei ha diagnosticato malattie gravi solo guardando la pelle. Ma io non ci dormo la notte, com'è possibile che nel giro di poche settimane mi trovo questre mani?Devo andare da un altro medico secondo Lei? Cosa ne pensa di tutto ciò? Scusi per la mia lungaggine ma il mio era anche uno sfogo.
Grazie infinite.
[#13] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La comprendo; lei comprenda me: occorre l'esame istologico! Senza quello non possiamo ipotizzare telematicamente nulla di serio.
cari saluti e mi faccia sapere

[#14] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Ma secondo Lei un esame fatto esclusivamente sui piedi, può risolvere anche ciò che ho sulle mani?
Grazie!
[#15] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se ci riferiamo alla medesima patologia ovviamente
[#16] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore, sempre disponibile e comprensivo!
In attesa di quest'esame, le faccio tanti auguri di buone feste!
Grazie ancora.
[#17] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Anch'io! Auguri!!
[#18] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dott. Laino,
a sorpresa, ho ritirato i referti dell'esame istologico fatto sulla pelle prelevata dai talloni, e indovini un po'? Ecco la risposta:

Materiale esame: squame cutanee
Sede prelievo: squame cute plantare
Esame colturale : negativo
Stato della richiesta: indagine completata

E adesso? Che faccio? Sto tutta la vita con le mani e i piedi con la pelle dura? Mi metto sotto una campana di vetro onde evitare gli acari? Ma veramente sono gli acari?? Speravo fosse qualche fungo e che con una crema passasse...sono demoralizzata.
La prego mi dia un suggerimento...Grazie.
[#19] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dott. Laino,
vedo con dispiacere, che non ha più risposto alla mia richiesta di un suggerimento per quanto riguarda la mia diagnosi.
Le faccio tanti auguri di Buon Natale e felice anno nuovo.
Cordialmente.
[#20] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentili medici,
dopo nove mesi dall'inizio dei miei sintomi la situazione è invariata, c'è un leggero miglioramento dovuto all'effetto del caldo dell'estate e dell'aria di mare, ma minimo. Sono stata da un'altra dermatologa che mi ha riconfermato l'ipercheratosi su base allergica. Ma a sorpresa, dovendo portare mia figlia dal drmatologo per una pitiriasi alba, quest'ultimo facendogli vedere per un secondo la mia mano secca e squamata mi ha detto che secondo lui era psoriasi...non avendo casi in famiglia, non avendo gomiti o ginocchia o cuoio capelluto con chiazze o forfora la cosa mi suona un po' strana.
Consultando internet anche siti stranieri ho trovato una fortissima corrispondenza tra le foto della tinea manus pedis e la mia situazione...la mia domanda è: può la tigna resistere nove mesi, senza essere stata curata? Posson non aver contagiato nessuno dei miei familiari? E specialmente la domanda fondamentale che mi pongo è: può essere che l'esame colturale abbia dato un falso negativo? La dottoressa quella volta era andata a scavare dentro una ragade del tallone che io avevo precedentemente curato con aureomicina, può essere che questa pomata anche se messa il giorno prima del prelievo abbia falsato l'esame colturale?
Ora sto seguendo una cura personale con canesten crema due volte al dì su mani e piedi...sarà una mia impressione ma credo di stare già meglio, la seguirò per due settimane.
Che ne pensate?
Grazie.
Cordialità!