Utente 364XXX
Salve Ho 40 anni.
Dopo peripezie e malesseri quali "tonsille gonfie , rush cutaneo rosoleiforme , linfoadenopatia generalizzata , acufeni a Maggio,", mi viene diagnosticata a giugno 2014 MONONUCLEOSI in pronto soccorso del mio paese ,che si dimostra essere errata diagnosi a Settembre dove peggiorando sempre di più " ansia , senso di deprssione, insonnia , perdita di capelli e ciglia, irritabilità , inappetenza , stanchezza , strane sensazioni al lato sinistro del corpo , attacchi di panico , occhi rossi ,acufeni più forti ,mi rivolgo di mia spontanea volontà' al Centro Mallattie Infettive della Città Vicino , e con una semplice apertura di bocca e controllo , viene ipotizzata la Sifilide , confermata poi da esami di laboratorio.
PRP 1:32
6 ignizione DOLOROSISSIME di antibiotico in 3 settimane, alcuni sintomi si alleviano , ma rimangono strane sensazioni piede e mano lato sinistro.
Il medico esegue una rachicentesi , che risulta positiva al treponema, che mi blocca nel letto per 3/4 giorni con un dolore scapolare da impazzire, antidolorifici come fossero acqua. Inizia la terapia antibiotica endovenosa....73 flebo in 15 giorni di Penicellina G potassica .
Mi si scatenano delle vertigini paurose , uso il pappagallo a letto e mi alzo solo la mattina per andare in bagno accompagnato.
I medici sono spaventati, poi dopo 4 giorni il dolore cessa pian piano .
Persiste una forte debolezza che prima non avvertivo, senso di smarrimento e ovattamento nella testa , rigidità nucale, eccitazione motoria sedata a piccole dosi di Lexotan , ansia molto forte e depressione morale con naturalmente tanta paura.
I medici sorpresi perché pensavano fosse una forma tardiva, ma i segnali erano stati troppo precoci.
Vengo dimesso come guarito....
Oggi Novembre 2014 , il mio intestino e' KO, feci mai uguali e maleodoranti( premetto che mi alimento bene) ho iniziato a guidare da poco tratti brevi, cammino e pedalo se posso tutti i giorni, ho superato momenti di crisi morale molto forti , dormo un po' meglio, sento miglioramenti poco per volta, ma lato sinistro del corpo ancora non è' libero, come la testa ovattata.
Tac rocche petrose( piccola escrescenza orecchio sx) rm encefalo , elettromiografia tutto nella norma.
Sono molto spaventato .....le sensazioni che provo sono molto strane , con aggiunta di nausee , lievi mal di testa e schiena a fine giornata che mi mettono sdraiato .
Dopo la rachicentesi non sono stato più lo stesso , cosa sta' succedendo?
Cerco di far finta di nulla e mi violento per andare avanti nelle giornate , ma sento che c'è qualcosa che non torna . Il mio corpo non è' lo stesso .
La gamba sinistra mi brucia sulla pelle anteriormente, l'indice mano sx e' strano... Ripeto cerco di non pensarci ma non mi sento completamente a posto.
Hanno detto che tutto si stabilizzerà'.
Scusate il dilungamento ma ho cercato di rendere chiara la situazione vissuta.
Se avete domande e risposte da darmi io sono a disposizione....!!!!
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Ha poi ripetuto tutti test della sifilide per verificare che le situazioni siano andate posto dal punto di vista sierologico?
Per i saluti.
[#2] dopo  
364565

dal 2014
Mi hanno detto di rifarle entro aprile ma non prima di gennaio per vedere esiti della terapia!!!!
La mia parte sinistra del corpo continua ad essere strana , e la mia testa non libera da pensieri negativi...come avessi la deprssione .
Tutto è' molto confuso e non trovo risposte alle mie domande!!!
Farò nuova visita neurologica a breve !!!!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Bene
[#4] dopo  
364565

dal 2014
Mi scusi la mia insistenza!!!
Le risultano a lei caso di sifilide secondaria che abbiamo dato sintomi come da me citati in breve tempo ....nell'arco di non più di 9 mesi?

Ho conosciuto una persona che mi ha confessato di aver contratto la sifilide ben 4 volte , curata con iniezioni di penicellina è finita li.
Io una volta e sono completamente stato messo in una condizione di grande disagio psico-fisico.
Non sono qui a chiederle su terapie o esami da fare , la mia e' più una questione pratica se ,nella sua esperienza di dottore le e ' mai capitato un caso analogo al mio.
Per esempio , la caduta dei capelli che si ha nella seconda fase della sifilide ad oggi a me non è' ancora cessata , e i miei capelli si sono molto diradati , e continuano a cadere a distanza di due mesi dalla fine della terapia,,,,
Quanto occorre perché questi sintomi cessino e torni tutto normale?
Nessuno mi sa rispondere , mi viene detto che occorre tempo ............. BENE .... Approssimativamente quanto ?
Non mi sembra una domanda difficile!!!!
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
il suo problema deriva dal fatto che esiste a mio avviso la possibilità che i colleghi abbiano sospettato una sifilide in uno stato più tardivo e da qui, i problemi diangositici:

Io da qui non posso aiutarla molto, ma solo raccomandarle di approfondire gli esami sierologici con quelli ad altissima sensibilità (la RPR non ha questa sensibilità)

cari saluti
[#6] dopo  
364565

dal 2014
La ringrazio !!
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Prego!