Utente 334XXX
Salve a tutti.
È un anno che mi sono operato (circoncisione parziale), ed è un anno che sto avendo problemi sessuali di ogni tipo.
Ho ventidue anni e ammetto che il post operatorio è stato parecchio traumatico a livello psicologico, tanto che non riesco più a masturbarmi. Il pene non si gonfia, anche se sono eccitato. All'inizio avevo problemi anche con il mio partener ma poi un po' grazie al cialis ho riacquisito fiducia e adesso "in coppia" non ci sono problemi - a parte alcune volte in cui ritardiamo l'eiaculazione: dopo un po' è come se si stancasse e smettesse di funzionare.
L'autoerotismo peró non va proprio. A volte se insisto riesco anche a venire ma si tratta comunque di lavorare col pene moscio (e diventa duro solo alla fine). Io non ce la faccio più. Impazzisco.

Si pensava che i miei problemi dipendessero da una prostatite (diagnosticata e ancora presente) però poi con un po' di fiducia sono riuscito a fare l'amore col mio partner quindi credo sia un problema mentale.
Per favore...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Gentile ragazzo,

comprendo il suo stato d'animo, la preoccupazione e la fretta nella gestione di questa esperienza... ma l' ansia, la fretta sono nemiche del sesso!

Sicuramente si è innescata una componente psicogena, ma visto l' intervento di circoncisione e i pregressi di prostatite, con il fatto che il disagio e' circoscritto in prevalenza alla fase autoerotica, fisserei subito un incontro con l'Andrologo che l'ha operata, per una diagnosi accurata del suo disagio.

L' aspetto psicologico è, sicuramente, prevalentemente dopo un intervento all'organo genitale, di fronte al quale si innescano " fantasie " di varia intensità.


Un buon dialogo con il suo compagno, inoltre, può tranquillizzarla e permetterle di vivere serenamente questa esperienza.


Nel caso in cui volesse rivolgersi ad una struttura pubblica, allora presso lo Spazio Giovani, dove i colloqui sono gratuiti, potrà avere sia la consulenza andrologica che psicologica, per la gestione dell'aspetto medico-organico e di quello ansioso da prestazione... in quanto il suo pensiero è, prevalentemente, orientato a focalizzarsi, attraverso l'autoerotismo, alla funzionalità post intervento.


Un caro augurio,

di cuore.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Se pur presente la componente psicogena, sposto in andrologia la Sua richiesta, avrà pareri medici competenti e completi.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le prostititi difficilmente danno danni tanto duraturi. Personalmente farei esami ormonali e mi consulterei con esperto collega essendo assai difficle èproblemi circolatori o neurologici vista la giovane età.