Utente 287XXX
Salve. Spero possiate aiutarmi. Da 2-3 anni a questa parte soffro di candidosi genitali abbastanza frequenti. Può capitare che mi lascino in pace per qualche mese, ma poi la candida si ripresenta prima o poi. Inizia sempre con i punti rossi sul glande, più raramente evolve fino a creare i tagli sul prepuzio. All'inizio era sufficiente applicare Travocort per 3-4 giorni, ma poi ha iniziato a non fare più effetto e ho dovuto iniziare con 7 giorni di Diflucan e massicce dosi di probiotici. Mi rivolgo a voi perché sinceramente non so più dove sbattere la testa, tenendo conto che: sono un uomo di 23 anni gay e non ho rapporti con donne né ho mai rapporti non protetti di nessun tipo. Faccio il test HIV ogni sei mesi ed è sempre negativo. Le analisi sono a posto (elettroliti, tiroide, formula leucocitaria, fegato, reni). L'igiene personale è ottima e non uso detergenti aggressivi.
Ammetto di aver abusato di antibiotici in passato (parlo di 4-5 anni fa), ma ero soggetto ad infezioni alla gola frequenti, e comunque sono sempre stati prescritti dal medico.
Mi chiedo se per caso ci fosse qualcos'altro da fare, qualche tipo di analisi che non ho considerato importante (e che non ha considerato tale nemmeno il medico di base o il dermatologo). E mi chiedo anche se a questo punto la malattia potrebbe essere cronica o estesa ad altri distretti come l'intestino. Insomma, non credo che assumere il Diflucan ogni 3-4 mesi sia sano. Per questo spero che possiate aiutarmi.
Cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo

come spesso dico, quando si presentano infezioni (o presunte tali) con cadenze specifiche è necessario capire se esistano condizioni

- associate

- predisponenti

il ritorno o il mantenimento delle noxae patogene.

Per tale ragione direi di sospendere eventuali terapie empiriche e di produrre una diagnosi di certezza assieme al proprio Venereologo di fiducia

cari saluti