Utente 315XXX
Buongiorno,
sono una donna di 37 anni e, recentemente, ho subito l'escissione di un nevo dalla pianta del piede sinistro, con successivo esame istologico eseguito presso il laboratorio del prof. Massi.
Il risultato è stato: "neoplasia melanocitaria giunzionale composta di melanociti allungati forniti di prominenti dendriti intensamente pigmentati. Queste cellule si aggregano in teche regolari, anche se queste tendono a fondersi tra loro. Il quadro istologico è quello di una forma iniziale di nevo di Reed. Si tratta di una lesione benigna.".
Volevo chiedrLe delucidazioni in merito al nevo di Reed: devo preoccuparmi?
La ringrazio per la cortese attenzione e mi scuso per il disturbo.
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
No, non deve preoccuparsi.
Se l'istologico è stato refertato dal Prof. Massi, che è uno dei patologi di riferimento italiani in questo campo, mi permetterei di stare tranquillo anch'io.
Il nevo di Reed è un nevo particolare, ma sempre di nevo si tratta, quindi benigno.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
La ringrazio per la sua risposta! Mi ha tranquillizzata molto...
La mia paura era proprio legata alla particolarità di tale neo e alla difficoltà (a volte) di riconoscerlo dal più grave melanoma: purtroppo ho una conoscente ammalata di tale patologia, percui ho vissuto il tutto con enorme preoccupazione...
Grazie ancora e buona giornata!