Utente 213XXX
Egregi Dottori, sono in gravidanza all'ottavo mese e dopo il parto dovrò cercare un metodo contraccettivo, ma ho dei quesiti su cui vorrei avere un po' di chiarezza.
La pillola anticoncezionale (non sto parlando né di pillola del giorno dopo, né di RU486, ma della "normale" pillola estroprogestinica) e la spirale sono abortive? In media, sempre che siano quantificabili, a quanti aborti si espone una donna che faccia uso di questi metodi?
Ve lo chiedo, perché, moralmente, per me sarebbe inaccettabile un metodo che rischiasse di farmi abortire. Sulla spirale, non ho molti dubbi, so come funziona e non penso di prenderla in considerazione (anche se Vi chiedo, è vero che impedisce anche la risalita degli spermatozoi, rendendo così più difficile l'incontro con l'ovulo?), sulla pillola, ho letto tutto e il contrario di tutto. Alcuni siti di medicina sostengono che, inibendo l'ovulazione, renda quasi impossibile la gravidanza, ma che, qualora questa iniziasse lo stesso, non favorirebbe l'aborto, altrove ho letto invece queste testuali parole "provoca alterazioni dell’endometrio e del corpo luteo, rendendo impossibile l’impianto e lo sviluppo dell’embrione. Detto in termini più semplici: non sempre la pillola impedisce il concepimento, ma crea sempre condizioni inospitali nel corpo della donna, determinando talvolta la morte per aborto del figlio appena generato" e che "il numero di aborti che possono verificarsi durante l’uso di questo cosiddetto contraccettivo: una donna che usa la pillola estroprogestinica per un periodo complessivo di 15 anni, deve aspettarsi di distruggere almeno 1,5 embrioni, cioè 1 ogni 10 anni di uso".
Vorrei pertanto chiederVi se questa notizia sia vera e qualche chiarimento in merito al rischio di aborto utilizzando questi metodi.
Grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'azione contraccettiva della pillola contraccettiva é basata solo e soltanto sul blocco dell'ovulazione, quindi senza ovulazione non si può parlare di gravidanza e di conseguenza di aborto .
Non ci sono altre azioni della pillola.
Per quanto riguarda i mezzi intrauterini é importante una distinzione tra lo IUD (spirale) al rame che indirettamente potrebbe impedire l'annidamento dell'ovulo fecondato e lo IUS che rilascia un progestinico che impedisce il passaggio degli spermatozoi e riduce lo spessore dell'endometrio rendendo diifficile la fecondazione.
Saluti